Sibilia sfida Gravina: "FIGC, l'accordo prevedeva un altro presidente. Mi sono sentito tradito"

19.02.2021 10:00 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Sibilia sfida Gravina: "FIGC, l'accordo prevedeva un altro presidente. Mi sono sentito tradito"
TuttoJuve.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Cosimo Sibilia, presidente della Lega Dilettanti e vice presidente vicario della FIGC, lunedì sfiderà Gravina alle elezioni per la presidenza della Federazione. Ecco le sue parole: "Il patto tra me e Gravina era stato sottoscritto anche da Ulivieri e Nicchi. Un accordo che, adesso, avrebbe dovuto esprimere un diverso presidente della Federazione". Sibilia è andato oltre: "Non ho una copia dell'accordo. Pensavo che non ce ne sarebbe stato bisogno. Voglio vedere se chi ce l’ha avrà il coraggio di mostrarlo a tutti per far avere un'idea più precisa ai delegati". Sibilia afferma di sentirsi tradito: "Ma ho raggiunto da tempo l’età della ragione e non mi meraviglio più di niente. Sono deluso però da Giancarlo Abete. Era il garante dell’accordo. Se non lo avesse ratificato lui, non lo avrei mai firmato Con Gravina avete ottenuto parecchi risultati". Chiosa proprio su Gabriele Gravina: "Non gli ho fatto mai mancare l’appoggio. Mi dispiace perché quell’accordo si poteva anche rivedere. Bastava parlarne. E invece ho scoperto che intendeva ricandidarsi a prescindere".