Sassuolo, Carnevali: "La nostra volontà è trattenere i giocatori migliori. Pari con la Juve? Solo un regalino, ci aspettavamo di più"

16.07.2020 14:20 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sassuolo, Carnevali: "La nostra volontà è trattenere i giocatori migliori. Pari con la Juve? Solo un regalino, ci aspettavamo di più"

A margine della conferenza stampa di presentazione delle celebrazioni per i 100 anni del Sassuolo, l'ad del club neroverde Giovanni Carnevali ha parlato ai microfoni di media. Ecco le sue parole riprese da TMW: "Da domani ci sarà la ricorrenza dei cento anni del Sassuolo che ha una grande stagione sportiva. Ci saranno tante iniziative, in particolare per la prossima stagione sportiva, perché adesso la cosa importante è continuare con la prima squadra sulla strada che abbiamo intrapreso".

Quale sarà il futuro dei pezzi pregiati del Sassuolo, Boga, Berardi e Locatelli?
"Sono ragazzi importanti che hanno già richieste, ma la nostra volontà è quella di continuare a crescere e per farlo serve trattenere i giocatori migliori. Anzi se ci sarà la possibilità vogliamo integrare la squadra con altri giocatori. Per questo la nostra volontà è di non cedere".

Perché un rinnovo annuale per De Zerbi?
"Non solo per il mister e per il suo staff tecnico, ma anche per il ds, il responsabile del settore giovanile e così via sono tutti un anno. Questa è la volontà di quest'anno del Sassuolo".

Il pari con la Juventus il primo regalo per il centenario?
"E' stato un regalino, ci aspettavamo un regalo più importante. Siamo ovviamente soddisfatti per quanto espresso ma dobbiamo lavorare ancora molto perché la squadra può crescere. Servono idee chiare per il prossimo futuro e noi le abbiamo".

L'attaccamento della famiglia Squinzi al Sassuolo calcio?
"Non ci sono mai stati dubbi. Quest'anno è stato molto difficile per noi: prima la scomparsa del dottor Squinzi, poi quella di sua moglie 50 giorni dopo e a seguire anche il Coronavirus. Tutta una serie di situazioni che però non hanno mai intaccato la voglia di continuità della famiglia Squinzi. Quello che hanno fatto i genitori adesso lo faranno i figli. Senza dimenticarci l'importanza della società che c'è alle spalle del Sassuolo".