Samp, Ferrero: "Douglas Costa non posso comprarlo. Ieri ero sicuro di non perdere"

16.04.2018 18:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 31590 volte
Samp, Ferrero: "Douglas Costa non posso comprarlo. Ieri ero sicuro di non perdere"

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha parlato ai microfoni di Radio Radio all'indomani del ko con la Juventus. Ecco quanto evidenziato dall'edizione web del Corriere dello Sport 

"Chi mi ha chiesto Torreira delle prime sei della classifica? Tutti, anche la Roma. Ma non ne parliamo più perchè questo ragazzo me lo fate diventare matto. Schick? Sono felice per lui. Vedrete, l’anno prossimo molti tifosi romanisti, che io amo, mi verranno a chiedere scusa. Schick è un grande calciatore, un ragazzo d’oro. Voi parlate così perché ha sbagliato quel gol contro la Juventus, se avesse segnato avreste detto che era un genio". 

Ferrero è tornato su Juve-Samp: "Il calcio è fatto di episodi. Ieri il signor Ramirez ha avuto una grandissima occasione e non l’ha concretizzata. Se faceva gol cambiava tutto. Il signor Buffon, che ho difeso sempre, ha fatto una parata incredibile e una partita pazzesca. Che dovevamo fare? Se non prendevamo gol prima del riposo forse finiva diversamente. Ce la siamo giocata. Loro sempre con…San Culino. La Juventus fattura 400 milioni. Io a quelle cifre non ci arrivo e non posso permettermi di comprare Douglas Costa e di pagargli un super stipendio. Ieri ero sicuro di non perdere, poi c’è stato il gol di Mandzukic viziato da un fallo di mano di Dybala. Poi siamo tutti bravi a parlare. Nel calcio ci vuole fortuna. Io ho sanato la Sampdoria, ho raddoppiato gli investimenti. Vendo e cerco di migliorare, i ragazzi miei devono giocare 94’ e mangiare l’erba".

Infine sulla lotta tra Juventus e Napoli: "Io dico che il Napoli ce la può ancora fare a vincere lo scudetto. Deve vince tutte le partite da qui alla fine. Se vince lo scontro diretto a Torino va a -3. La Juventus affronta la Roma e l’Inter. Potrebbe anche perdere. Il Napoli ha un calendario facile, a parte Sampdoria. Non vedo l’ora di battere Aurelio...".