Repice a RBN: "Se Pirlo porta a casa due trofei e arriva tra le prime quattro andategli a spiegare poi che è una stagione fallimentare"

12.04.2021 16:00 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Repice a RBN: "Se Pirlo porta a casa due trofei e arriva tra le prime quattro andategli a spiegare poi che è una stagione fallimentare"
TuttoJuve.com

Intervistato da Radio Bianconera nel corso di 'Ieri e Oggi', il radiocronista Rai Francesco Repice analizza il momento vissuto dalla Juventus: "A me non colpisce nulla di negativo di questa squadra, sapevo come sapevano tutti che si sarebbe trattato di un'annata di transizione, non poteva essere altrimenti. So benissimo che all'interno dello spogliatoio ci possa essere qualche malumore, penso ad esempio a Cristiano Ronaldo che potrebbe forse evitare. All'età sua, con quello che ha vinto e dimostrato, dovrebbe evitare. Piuttosto lo faccia negli spogliatoi, in pubblico certe cose non fanno bene e alimentano pettegolezzi, ad esempio sulla mancata multa da parte della squadra. Chiaro che poi l'atteggiamento dell'allenatore nei confronti di CR7 sia diverso essendo un fuoriclasse. Ci sono tanti giocatori che stanno salendo di tono nonostante la Juve non abbia avuto molti dall'inizio. È comunque tra le prime 3-4, ha già portato a casa un trofeo e potrebbe portarne a casa un altro. Se dovesse finire così, andate poi a spiegare a Pirlo che è stata una stagione fallimentare. Mi viene da ridere. Non credo che la società si aspettasse niente di diverso, il calcio lo conoscono. Hanno fatto una scelta come ha fatto il Manchester United con Solskjaer. Pirlo secondo me è stata una scelta molto intelligente, è un allenatore attaccato al club e che col club ha creato qualcosa, conosce l'ambiente. Io credo che vada confermato anche l'anno scorso. Allegri sarebbe una minestra riscaldata e nel calcio non va quasi mai bene".

Sull'Inter: "Io ho seguito dal vivo Inter-Atalanta e Inter-Sassuolo e ho visto Conte come si è messo, ha stretto le linee ed è ripartito. Quando giochi contro certe squadre che ti possono fare male devi fare anche un po' la provinciale, come faceva anche la Juve negli anni passati. Io non sono un guardiolista, sono un allegriano convinto".

Clicca sul podcast in calce per ascoltare la trasmissione integrale.