Ranieri: “Atalanta come il Leicester? Difficile”

09.07.2020 07:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Ranieri: “Atalanta come il Leicester? Difficile”

Claudio Ranieri, espulso nel k.o. della sua Sampdoria sul campo dell'Atalanta. A margine della sfida, il tecnico blucerchiato si è presentato ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole:

La Samp poteva fare di più questa sera? Ci spieghi l'espulsione.
"Il massimo si dà quando riesci anche a segnare. I ragazzi l'hanno interpretata benissimp: nel primo tempo siamo ripartiti bene, pressavamo alti, ma era dura mantenere quel ritmo fino alla fine. Forse dovevamo essere più decisi sui calci d'angolo. Gasperini è stato anche costretto a cambiare modulo, non riuscivano a trovare il bandolo della matassa e questo è già un onore. Poi sono i dettagli a decidere, sembra non ci fosse l'angolo, poi complimenti a loro per l'esecuzione. Io partecipo molto durante le partite, forse un arbitro più esperto sarebbe venuto a bordocampo ad avvisarmi, ero già ammonito. Pazienza, anche questa la racconteremo ai nipoti".

La sensazione è che siate cresciuti fisicamente: l'ha ammesso anche Gasperini
"Loro hanno una rosa notevole: complimenti, mi auguro vadano avanti in Champions".

Questa Atalanta può vincere lo Scudetto, come lei con il Leicester?
"Ce ne sono tante davanti, è difficile. Ma in Champions, con partite secche, tutto può succedere, specie se c'è entusiasmo. Se a Lisbona ci saranno le porte aperte penso che tanti bergamaschi seguiranno la squadra. Senza i tifosi è un calcio amorfo, brutto. Ma se ancora non si possono fare entrare, mi auguro ci si riesca più in là. Se hanno riaperto i cinema, perché non far rientrare almeno gli abbonati? È davvero brutto giocare così".