QUI BRESCIA - Corini: "Esonero? Per me vale solo quello che dice il mio presidente. Balotelli? Pensiamo all'Udinese e poi vediamo"

20.09.2019 14:20 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
QUI BRESCIA - Corini: "Esonero? Per me vale solo quello che dice il mio presidente. Balotelli? Pensiamo all'Udinese e poi vediamo"

Prima l'Udinese e poi la Juventus per il Brescia che affronterà la squadra di Sarri martedì nel turno infrasettimanale. Il tecnico Eugenio Corini è intervenuto in conferenza stampa e ha parlato delle condizioni della squadra dopo il ko col Bologna: "Chiudiamo l'argomento Bologna, ho preso atto di moltissime cose. Dopo il rosso sono passati sei minuti effettivi. Non c'è un principio tattico, vedendo la partita c'è stato un equilibrio tattico. La squadra è rimasta dentro, da quando è arrivato Mihajlovic la squadra ha una buona media. Ci sono state tutte una serie di concause che ci hanno penalizzato. A parte nel finale, per il resto sono stati molto bravi. Prendo atto che vi siete dimenticati di un anno di lavoro, prendo atto che vi siete dimenticati che abbiamo fatto tre punti in tre partite e che abbiamo messo sotto il Bologna per cinquanta minuti. Sappiamo quello che siamo", le sue parole riprese da TMW. 

Nei giocatori c'è uno strascico?
"Ho cercato di essere esaustivo e dire ciò che volevo. I giocatori sono rimasti delusi come tutti i tifosi del Brescia. Dal mattino dopo siamo ripartiti come sempre abbiamo fatto e con la giusta consapevolezza, mantenendo i nervi saldi. Per me è solo una brutta sconfitta".

Parla di alcune voci riguardo all'esonero?
"Io parlo con il mio presidente e per me vale quello. Se viene costruito qualcosa di diverso, fatico a trovare una logica. Sembrava quasi costruita, state tranquilli che però non la create. Prendo atto di tante cose e va bene così".

Balotelli come sta?
"L'unico grande obiettivo è giocare contro l'Udinese, da lunedì vedremo".

Come vede l'Udinese?
"È una squadra molto fisica, hanno fatto una buona partita a San Siro. Con il Parma meritavano, da questo punto di vista riempiono il campo. Sono forti sulle palle inattive, sulla profondità sono sempre pericolosi. Abbiamo lavorato in funzione delle loro caratteristiche".

Tonali?
"Sta bene, credo i giocatori abbiano preso un paio di cartellini. È un giocatore molto importante, mi ha chiamato il cambio più volte e sono stato costretto ad una sostituzione forzata".