PIRLO IN CONFERENZA: “Soddisfatti, volevamo una prestazione così”

21.11.2020 23:47 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
PIRLO IN CONFERENZA: “Soddisfatti, volevamo una prestazione così”

Andrea Pirlo parla in conferenza stampa dopo il match con il Cagliari:

Soddisfatto dei ragazzi?
“Sì per l’atteggiamento e per la voglia di raggiungere la vittoria dall’inizio alla fine. Avevamo una voglia importante di fare una prestazione sull’onda di Roma, tornare a vincere e prendere consapevolezza del lavoro che stiamo portano avanti”.

Non è facile preparare una partita del genere con rientri all’ultimo…
“Non è mai facile dopo le nazionali perché in molto sono arrivati due giorni fa e hanno fatto ieri il primo allenamento ed erano anche stanchi dal viaggio. Era importante dare ritmo sin da subito, quando inizii con questa voglia difficilmente non vinci le partite”.

Grande prova anche della linea difensiva. Un suo giudizio?
“Sono stati bravi sia De Ligt che Demiral. Demiral ha fatto la miglior partita a livello tecnico. Ero curioso anche di vedere De Ligt, era entusiasmante vederlo scapitare in allenamento e ha fatto una partita da campione”.

Le prove di Bernardeschi e Arthur? Sono stati tra i migliori
“Bernardeschi ha fatto una grande partita, se lo meritava. Le partite in nazionale gli hanno fatto bene, aveva uno spirito diverso. Lui deve pensare solo a giocare, si meritava una serata del genere. Arthur aveva solo bisogno di raggiungere una condizione fisica accettabile e giocare, veniva da un campionato diverso con allenamenti diversi. Per noi è fondamentale”

Per voi è fondamentale che Ronaldo tocchi tanti palloni…
“Per noi sono importanti tutti i giocatori. L’importante è che stiano tutti al centro del gioco, poi chiaramente quando lo tocca tante volte luì può fare gol. Gli abbiamo spiegato che deve ricevere il pallone in certe zone di campo e lo ringraziamo perché ci ha dato sin da subito disponibilità”. 

Che cosa voleva vedere stasera dalla sua squadra?
“Volevo vedere una squadra intensa, quando abbiamo giocato a due tocchi ci siamo anche divertiti. Quello deve esser il nostro fulcro perché abbiamo grandi giocatori con grande tecnica e ci possiamo divertire. Quello che stiamo cercando dal primo giorno, pian piano i giocatori si conoscono. Con squadre che si chiudono è importante trovare il dominio del gioco, l’abbiamo fatto bene sin dal primo minuto recuperando il pallone nella loro metà campo”.