Panchina Juventus, Pirlo come De Zerbi: quote tra esonero ed effetto rivelazione

10.08.2020 21:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Panchina Juventus, Pirlo come De Zerbi: quote tra esonero ed effetto rivelazione

Affidare la Juventus ad Andrea Pirlo – alla sua prima volta assoluta su una panchina – è una scelta che ha fatto e farà discutere. L’ex centrocampista bianconero dovrà fronteggiare la pressione che dà un palcoscenico così importante come quello juventino, una responsabilità della quale sono consci anche i bookmaker. In vista della prima stagione da allenatore, sono gli analisti Snai a fare la prima previsione sul futuro del Maestro, con il grande classico delle scommesse sugli allenatori. Esonero, dimissioni o conferma al termine della prossima stagione: il tabellone in primo piano da stamattina, riferisce Agipronews, dà la possibilità di un addio "precoce" (entro il 23 maggio 2021) a 4 volte la posta, una quota piuttosto bassa comparata a quelle offerte all’inizio della scorsa stagione: al momento, in effetti, la valutazione di Pirlo è simile a quella di Roberto De Zerbi un anno fa, a distanza di sicurezza da quelli più a rischio (generalmente offerti tra 1,55 e 2,00), ma anche ben lontana da quella degli "intoccabili", come Antonio Conte e Maurizio Sarri, il cui esonero la scorsa estate era dato a 20,00. La scelta a sorpresa della dirigenza bianconera rimane per i bookmaker la vera scommessa, ma d’altra parte le previsioni sulla scorsa stagione sono state ribaltate nel corso dell’ultimo mese: De Zerbi ha portato la rivelazione Sassuolo a un preziosissimo ottavo posto, confermandosi alla grande sulla panchina neroverde  (per Pirlo la conferma vale 1,20) mentre Sarri ha dovuto cedere il passo pochi giorni dopo la conquista dello scudetto.  

FT/Agipro