Milone (Tuttosport) a RBN: "Pogba primo nome per il mercato della Juve. Mi aspetto un colpo dalla mediana in su"

18.06.2019 18:50 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Milone (Tuttosport) a RBN: "Pogba primo nome per il mercato della Juve. Mi aspetto un colpo dalla mediana in su"

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Avanti Madama’, è intervenuto il giornalista di Tuttosport Antonino Milone: “Sarri? Chiunque vada ad allenare a Napoli si immedesima nel personaggio, se sei un dipendente del Napoli è normale che utilizzi determinate espressioni. Per esempio sono curioso di sapere cosa risponderà Conte alla domanda su quanti sono gli Scudetti della Juve. Per Sarri è una grande occasione e secondo me non la fallirà. Io devo dire che per la mia professione mi auguro che Sarri venga catechizzato fino a un certo punto, mi piace vedere il suo carattere ruspante perché ci dà sempre dei titoli. È comunque un allenatore che ha fatto le sue esperienze. Sicuramente dei nomi che giravano, Sarri non era quello che mi intrigava di più. Ma nel momento in cui non può arrivare Guardiola, a quel punto non vedo un allenatore più adatto di Sarri”.

Sul mercato: “Non è semplice dare una risposta. Se dipendesse dalla Juve in questo momento secondo me il nome di Pogba, per quanto possa sembrare difficile, sarebbe il primo. La Juve è convinta di avere le carte in regola sulle contropartite che interessano allo United. Pogba ha detto a Raiola che il suo tempo all’Old Trafford è finito, se costasse meno sarebbe un affare in dirittura. Dipende molto dalle cessioni. Cancelo è decisamente in uscita, mentre non vedo Dybala in partenza. Douglas Costa non ha offerte che la Juventus si aspetterebbe. Da persone che sono vicine a Sarri e al suo entourage ho saputo che in difesa si accontenterebbe di quello che c’è, il vero colpo lo vorrebbe dalla mediana in su. A quel punto capirei il ritorno di Benatia. Non è detto che arrivi un colpo della portata di De Ligt, magari il grosso acquisto lo faranno a gennaio”.