Micillo: "Col Verona la Juve meritava di vincere. L'Inter? Presto per dire se sia o meno la favorita"

26.10.2020 20:50 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Micillo: "Col Verona la Juve meritava di vincere. L'Inter? Presto per dire se sia o meno la favorita"

Davide Micillo, ex portiere ed ex preparatore della Juve, ha parlato ai microfoni di TMW per analizzare il momento vissuto dai bianconeri: "Ieri la Juve meritava di vincere, è stata fermata da Silvestri e dalle traverse - ha detto riferendosi alla sfida di ieri contro l’Hellas Verona, finita 1-1 -. Ha fatto bene in Champions e ora vedremo che cosa succederà col Barcellona ma non ci sono a mio parere campanelli d'allarme. C'è un nuovo percorso da fare, nuove idee di un tecnico da metabolizzare e mettere in pratica ma ho visto una Juve propositiva. La fortuna non è stata dalla sua parte".

Quali sono oggi i difetti da eliminare velocemente?
"Cercare di avere più attenzione nel reparto difensivo per evitare che alla prima imbucata prenda subito gol. Ma ripeto a livello di gioco vedo una Juve che si sta dedicando e concentrando per fare qualcosa di diverso rispetto all'anno passato. Non è una Juve dipendente da CR7 ma da tutti i campioni che ha".

Giusti tutti gli esperimenti di Pirlo?
"Sì perché anche i terzini alti così sono da apprezzare. Pirlo ha in mente qualcosa che portano avanti anche le big in Europa che giocano con calciatori ultraoffensivi".

L'Inter però è più avanti della Juve?
"Sta portando avanti il suo progetto dall'anno scorso, sono arrivati giocatori importanti e poi c'è Lukaku che riesce sempre a metterci lo zampino e a risolvere situazioni intricate.. E' presto per dire però se è favorita o meno anche perché è un'annata particolare in cui si deve fare i conti con il Covid e con i giocatori a disposizione del tecnico. Sono fattori che diventano determinanti".