Martina (Ag. Buffon): "Gigi ha rispettato accordo di anno scorso con Presidente. Rigorista contro il Verona? No, perché..."

18.05.2018 15:50 di Giovanni Spinazzola Twitter:   articolo letto 31088 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Martina (Ag. Buffon): "Gigi ha rispettato accordo di anno scorso con Presidente. Rigorista contro il Verona? No, perché..."

Silvano Martina, agente di Gigi Buffon, ha parlato ai microfoni di Soccer Magazine. "Addio di Buffon è anche fine di un ciclo alla Juve? Non lo so questo. Gigi ha stabilito un anno fa con il presidente che questo sarebbe stato il suo ultimo anno alla Juve, così hanno rispettato l’accordo di allora. Chiarire le parole su differenza addio Totti e Buffon? Non mi interessa, non me ne frega un c***o. Chi mi ha fatto la domanda - ha affermato - è stato scorrettissimo, perché io ho fatto solo una considerazione su Roma e sui romani che sono più passionali sotto certi aspetti. Ho fatto anche un esempio: quando giocavo ancora e Platini ha giocato l’ultima partita contro il Brescia i tifosi hanno tirato fuori un lenzuolo bianco con scritto: “Grazie Michel”. La mia era solo una considerazione, un complimento. Chi mi ha intervistato ha voluto fare un po’ il fenomeno. Tra l’altro con Totti parliamo di un campione assoluto, la sua festa d’addio al calcio ce l’ho registrata talmente è stata bella. Non è - ha spiegato - una critica né niente, è una considerazione: a Torino magari la cosa la vivono in una maniera, a Roma in un’altra, a Napoli in un’altra ecc. Non c’era bisogno di mettere confronti. Mi hanno detto che qualcuno si è risentito, ma non era mia intenzione assolutamente: era solo per parlare della differenza. Guardate la festa che ha fatto Totti e quella di domani: saranno - ha spiegato - due cose diverse, come quella di Del Piero o come di Platini che non ha nemmeno fatto la festa. Da calciatore ho fatto in proporzione il 10% di quello che ha fatto Totti, mi metto a discutere la sua festa? Buffon rigorista contro il Verona? Non mi piacerebbe vederlo, sarebbe anche una mancanza di rispetto nei confronti dell’altro portiere".