Marocchino a RBN: "La Juventus non è competitiva. Ha cambiato in peggio"

26.11.2021 18:40 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Marocchino a RBN: "La Juventus non è competitiva. Ha cambiato in peggio"
TuttoJuve.com

Intervistato, come ogni venerdì, nel corso del programma di Radio Bianconera 'Cose di Calcio', l'opinionista Domenico Marocchino presenta il match tra la Juventus e l'Atalanta: "La Juventus ha perso un giocatore da 30 gol (Cristiano Ronaldo, ndr). Già quello è un cambiamento notevole, perché, quando hai un giocatore così, accentra su di sé le attenzioni, lasciando liberi gli altri. L'Atalanta continua nel suo lavoro di qualche piccolo ritocco della rosa. Gasperini, in questo, potrebbe insegnare alla Sorbona".

Sul ko contro il Chelsea: "Per reggere un assedio, bisogna preparare e poi sferrare il colpo del ko. La Juventus non ha questa caratteristica, perché è limitata in quasi tutti i reparti. Mettersi in basso o mettersi in alto non è una cosa che si può scegliere a priori. Dipende dall'atteggiamento degli altri. La Juventus non è competitiva. Ci sta dopo nove anni. Adesso bisogna cercare di ridurre questa non competitività e capitalizzare al massimo per il futuro. Si può già trovare qualcosa per ricostruire. Come mai Chiesa o è spremuto o corre, sapendo già di non arrivare a prendere il pallone o pressa a tutto campo, sprecando delle energie? Come mai è bello da vedere, ma è inconcludente? Bisogna limitare i danni, a volte, perché queste limature possono aumentare il rendimento".