Mancini in conferenza: "Kean fisicamente devastante, può giocare con Balotelli"

23.03.2019 23:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Mancini in conferenza: "Kean fisicamente devastante, può giocare con Balotelli"

Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa alla Dacia Arena.  Ecco quanto evidenziato dagli inviati di Tmw:

Sulle risposte dai giovani. "Sono molto soddisfatto. Abbiamo puntato su Kean, anche conoscendolo bene, perché lo abbiamo visto in questi giorni. Nel momento in cui ci è venuto a mancare Insigne serviva un giocatore con qualità diverse. Barella è una conferma, tutti hanno fatto bene, sono contento".

Sul problema dei gol. "Sono cinque partite con un solo gol subito. Le azioni le creiamo, già ne abbiamo fatti due oggi. Poco alla volta".

Sulle difficoltà. "Noi abbiamo giocato contro il Portogallo, ha fatto la prima azione al 76'. Noi dobbiamo lavorare per migliorare, assolutamente. Con l'andare delle partite le miglioreremo, soprattutto quando staremo di più insieme. Dobbiamo avere questa struttura perché non possiamo allargare il campo. Dobbiamo sfruttare di più quando abbiamo le occasioni per segnare. Per Piccini era la prima partita da titolare e non era semplice".

Sui cambi con il Liechtenstein. "Vediamo le condizioni, è praticamente dopodomani. Qualcosa ci sarà, per dare un po' di freschezza".

Su Verratti. "Da quando ci sono io ha sempre giocato bene, è molto tecnico e si trova bene con Jorginho. Forse avevano giocato solo una volta, contro l'Argentina. Tecnicamente è di livello superiore, è straordinario quando ha la palla, sono contento per lui".

Su Kean prima punta. "Lui lo è, è il suo ruolo. Poi è giovane, può lavorare così senza nessun problema. Loro erano molto chiusi, abbiamo trovato pochi spazi, è stato devastante nella seconda frazione. Poi tra 3-4 anni no. Ora è spensierato, forse è la sua forza in questo momento".

Su Kean come nuovo Balotelli. "Li trovo tutti io, eh? Ahahah, potrebbero però giocare insieme, Kean è ancora giovane, può giocare da esterno di destra o sinistra. Ha qualità enormi, è fisicamente devastante, deve crescere".

Su Immobile. "Di critiche non ce ne sono, poi per un attaccante quando cerca con ansia il gol... magari è il momento che non arriva. Lui deve stare tranquillo, ha preso la palla quasi in difesa e poi l'ha imbucata per Kean".

Su Quagliarella. "Sta facendo bene da un po' di tempo. Ha sempre lavorato bene, arrivare alla sua età ed essere nelle sue condizioni... è entrato in un momento dove le maglie erano un po' più larghe. Nel primo tempo era un po' più difficile. Hanno cambiato il sistema di gioco dopo 20 partite, nel primo tempo erano molto stretti".

Sul centrocampo. "All'inizio abbiamo fatto fatica a salire, ma poi abbiamo trovato le distanze. Dopo quattro mesi è anche normale".