Lucarelli ironico: "Con le antagoniste degli ultimi anni, Sarri avrà tutto il tempo di trovare la quadra giusta con serenità. Higuain? Il tecnico curioso di vederlo con Ronaldo"

23.07.2019 23:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoNocerina.com
Lucarelli ironico: "Con le antagoniste degli ultimi anni, Sarri avrà tutto il tempo di trovare la quadra giusta con serenità. Higuain? Il tecnico curioso di vederlo con Ronaldo"

Cristiano Lucarelli è intervenuto in diretta a Radio Sportiva. Ecco le sue consideazioni:

SUI CONTRATTI NON RISPETTATI: "Non credo che sia un problema che esiste da ora, se lo vogliamo chiamare 'problema'. E' sempre stato così: quando una società vuole fortemente un calciatore e questo lo stesso, quasi inevitabilmente si deve arrendersi all'evenienza. Non ho mai visto nessuno andare via con la pistola alla testa, quindi quando si arriva alla conclusione di un affare vuole dire che tutte le parti in causa sono contente. In tutta la storia del calcio si contano sulle dita della mano calciatori 'obbligati' a fare determinate scelte, e comunque non sono stati giocatori di primo livello".

SULLA DIFESA DEL TORINO: "Come singoli, Napoli e Juventus sulla carta sembrerebbero avere la coppia più forte in assoluto. Mazzarri, però, è sempre stato bravo, con lavoro e organizzazione difensiva, a sopperire al fatto di non avere top player". 

SUL CAGLIARI: "Mi piace molto come Giulini si è rapportato in questa realtà e la squadra in questi anni ha raccolto meno di quanto poteva raccogliere potenzialmente". 

SU CORREA: "L'unica osservazione che mi permetto di fare è che a volte si leggono dei numeri che per dei calciatori sono troppo grandi e per altri troppo bassi. Probabilmente entrano in gioco anche aspetti di bilancio".

SU SARRI ALLA JUVENTUS: "Facendo una battuta, se le antagoniste fanno come gli ultimi anni, avrà tutto il tempo di trovare la quadra giusta con una certa serenità. Il suo gioco richiede tempo, ci saranno delle difficoltà, ma i tempi credo che alla fine gli daranno ragione". 

SUL PARAGONE HIGUAIN-BATISTUTA: "A volte queste comparazioni si fanno per dare entusiasmo alla piazza, ma la Roma di Batistuta aveva giocatori fortissimi, quindi sa più di suggestione che non di realtà. Credo che nella testa di Sarri ci sia la sana curiosità di vedere se può giocare con Cristiano Ronaldo là davanti". 

SU VENTURA: "Ho sempre avuto molta stima di lui, prima dell'esperienza in Nazionale, perché le sue squadre hanno sempre giocato bene a calcio. Già 22 anni fa era avanti. Credo che Salerno possa essere per lui una piazza di grande rilancio". 

SU DESTRO: "Fprsa ha avuto qualche difficoltà mentale o c'è stato qualche equivoco tattico, ma sicuramente ha fatto meno di quello che poteva. Per me è una sorpresa che a Bologna non si ancora andato in doppia cifra".