Lo sfogo di Graziani: "Se Sarri non vince la maledetta Champions, resterà uno dei tanti della storia Juve. Ignorantata allucinante non ricordare Anastasi su tutti i campi, ho il voltastomaco"

19.01.2020 12:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Lo sfogo di Graziani: "Se Sarri non vince la maledetta Champions, resterà uno dei tanti della storia Juve. Ignorantata allucinante non ricordare Anastasi su tutti i campi, ho il voltastomaco"

L'ex attaccante della Nazionale italiana Ciccio Graziani ha parlato a Radio Sportiva. Ecco il suo intervento:

Sul Napoli: "La squadra è malata, Gattuso si sta dannando l'anima ma non trova la medicina giusta"

Su Piatek: "Fossi il Milan non me ne priverei. Sono convinto che, soprattutto in un 4-4-2, lui e Ibrahimovic possano coesistere, ma sono altrettanto convinto che i rossoneri stiano cercando un acquirente per motivi economici e tecnici"

Sulla Lazio: "Se la giocherà fino alla fine per lo scudetto. È una squadra straordinaria"

Su Immobile: "Sta facendo una stagione strepitosa. È un giocatore straordinario. Sono convinto che le esperienze all'estero lo abbiano fortificato caratterialmente e reso più cosciente del proprio valore"

Su Sarri: "Al Napoli ha fatto adattare i giocatori al suo gioco, alla Juventus sta facendo l'esatto contrario. Sicuramente i bianconeri vinceranno ancora, ma il bel gioco manca. Sono convinto che alla lunga arriverà anche il gioco, ma se non vince la maledetta Champions resterà uno dei tanti nella storia bianconera"

Su Iachini: "Ha avuto un impatto molto positivo sulla Fiorentina, sul lato caratteriale, mentale e fisico. I risultati hanno fatto la differenza, la miglior medicina è vincere. A Napoli si è vista una Fiorentina stratosferica, la più bella della stagione"

Sul mancato minuto di silenzio per Anastasi: "Un'ignorantata allucinante per tutti gli amanti del calcio e per la famiglia. Ma che c**** hanno nella testa i dirigenti della Lega? Come si fa a non ricordare un grandissimo campione del nostro calcio? Come è possibile? Ingiusto e insopportabile non ricordarlo su tutti i campi. Ho il voltastomaco"