Lippi: "Mi fa tristezza che l'arbitro non abbia capito Buffon. Esiste la regola del buon senso"

16.04.2018 18:20 di Alessandra Stefanelli  articolo letto 22309 volte
© foto di Antonio Vitiello
Lippi: "Mi fa tristezza che l'arbitro non abbia capito Buffon. Esiste la regola del buon senso"

L’ex ct dell’Italia Marcello Lippi, nonché ex tecnico dell’Italia, ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “Le squadre italiane sono capaci di tutto, non c’è questa grande differenza in negativo con le altre e la dimostrazione l’abbiamo avuta con Roma e Juventus, che hanno fatto due partite fantastiche, eccezionali. Oliver? Mi è dispiaciuto che un bravo arbitro - perché è un bravo arbitro - non abbia capito che ci sono dei momenti in cui esiste la regola del buon senso. Non discuto il calcio di rigore, che può essere discusso, ma il fatto che una persona non capisca che a una persona come Buffon, che vede svanire il sogno nella sua ultima partita della Champions League, può anche scappare una parola in più. È una cosa veramente triste. L’Italia? Non dobbiamo andare a cercare la colpa, l’Italia ha vinto quattro mondiali, uno l’ha sfiorato, questa volta ha fatto due anni spettacolari, ha perso una sola gara nei gironi e sapeva già che sarebbe arrivata seconda. Ha avuto 20 giorni di blackout, ecco cosa è successo, ma non è colpa di nessuno. Il calcio italiano non è in crisi”, ha concluso.