Licari: "Juve ancora non letale ma trova un Barça messo peggio, Pirlo deve portarsi avanti"

26.10.2020 15:00 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Licari: "Juve ancora non letale ma trova un Barça messo peggio, Pirlo deve portarsi avanti"

Nel suo editoriale pe La Gazzetta dello Sport, Fabio Licari ha parlato degli impegni delle italiane in Champions: "Domani tocca all’Inter cancellare il pari scomodo con il ‘Gladbach che ha un po’ complicato la classifica. Il calendario offre l’occasione per rimettere le cose a posto proprio contro lo Shakhtar che s’è preso Valdebebas — e per poco non si portava via Zidane — ma soltanto due mesi fa era stato letteralmente distrutto (0-5) dall’Inter in Europa League. Pensare che l’Atalanta possa dotarsi in un giorno della struttura mentale acquistata in decenni dalla Juve sarebbe ingiusto. Ma sono sfide come queste che accendono la fantasia dell’Atalanta, sebbene si troverà di fronte un Ajax in estasi dopo l’ultimo irreale 13-0 in campionato. Gasp può farcela. Come mercoledì la Lazio, che sembra rinata, contro il Bruges, in un’inedita sfida tra prime in classifica. E come la Juve che ancora non sa essere letale ma un Barça messo peggio non poteva trovarlo. Lo sguaiato teatrino estivo, il malessere di Messi e la crisi del club non potevano dissolversi nel nulla. Koeman non ha individuato la chiave del gioco. E non può far tutto il diciassettenne Ansu Fati. Juve e Barça andranno agli ottavi, ma per Pirlo meglio portarsi avanti subito. Cosa succederà dagli ottavi, e come si articolerà la Champions, non è dato a nessuno sapere in tempi come questi. Ma le quattro le italiane sono, per forza e per gruppi, da ottavi. Non sprechiamo l’occasione".