La Stampa - Pirlo ha sbagliato, ma le radici dei problemi sono più profonde

19.01.2021 09:40 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
La Stampa - Pirlo ha sbagliato, ma le radici dei problemi sono più profonde
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

"Juve, Pirlo ha sbagliato ma le radici dei problemi sono più profonde". Questo il titolo scelto dall'edizione odierna de La Stampa nella sua sezione sportiva. Troppo facile prendersela con Andrea Pirlo imputare alla sua inesperienza il gioco scarabocchiato e l'approccio molle della Juventus. Sarebbe un'analisi parziale e offrirebbe un alibi a chi ha consegnato una squadra incompleta e dovrebbe supportare l'allenatore nella gestione. Paratici, che per correre ai ripari valuta Scamaccca e Pellé dopo aver pensato al 38enne Quagliarella, ha lasciato andar via senza monetizzare prima Mandzukic, appena sbarcato al Milan, e poi Higuain. Gente che avrebbe garantito anche quella personalità la cui mancanza è stata spesso invocata come attenuante.

Può capitare un'involuzione, è naturale che un ciclo tramonti, ma il processo è stato accelerato da scelte rivelatisi sbagliate: dalla rivoluzione estetica cercata cacciando Allegri, che Andrea Agnelli non ha sottoscritto ma ha dovuto avallare per preservare gli equilibri del club, la Juventus ha pagato due allenatori a stagione peggiorando gioco, risultati e conti economici. Se davvero con la Fiorentina, parole dall'interno, la Juve "era già in vacanza" e a San Siro "non è scesa in campo", non deve essere solo l'allenatore a intervenire: quando un problema è d'atteggiamento e non di modulo, piaccia o no, tocca più ai dirigenti farlo.