La Stampa - Luna Park Italia

19.11.2019 09:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di stefano tedeschi
La Stampa - Luna Park Italia

Su La Stampa si parla di luna park Italia. Finisce con il pubblico di Palermo che scandisce «dieci dieci» e sembra uno scherzo, ma sul 9-1 per gli Azzurri chiedere è più che lecito. L’Italia non fa cifra piena, ma segna la storia con un successo che non si ripeteva dai Giochi del ‘48, allora fu 9-0 agli Stati Uniti.

Per l’ultima tacca di una cavalcata solo ripetibile e mai più superabile, non poteva capitare un’avversaria più morbida dell’Armenia premiata per la gita in Sicilia con una giornata di sole altrove introvabile. La nazionale timbra la fine delle qualificazioni con una vittoria debordante, la decima su altrettante gare, 37 gol per un bilancio che dice della nostra forza ma anche del valore ridotto di chi abbiamo trovato sulla strada. Nel sorteggio per Euro 2020 saremo testa di serie, l’Italia si riassesta a livello delle migliori squadre. La sera di Palermo ha aggiunto a quanto abbiamo visto nel cammino della Nazionale la caterva di gol e un paio di dettagli, su tutti la polivalenza e la potenza di Zaniolo. Per il resto troppo debole l’Armenia per giudizi definitivi. Piace, quello è vero, la facilità di tradurre nella pratica le idee e le intenzioni: due gol in 9’, quattro nei primi 33’. Immobile ispirato da Chiesa; poi Zaniolo (prima rete azzurra del gioiello giallorosso che bissa nella ripresa con un gran sinistro), Barella trovato da Bonucci con un tracciante impeccabile (a differenza di un paio di ciechi retropassaggi sballati) e ancora Immobile. Un bottino che assume proporzioni bibliche con i gol di Romagnoli, Jorginho e Orsolini quest’ultimo al debutto (con Meret salgono a 24) e Chiesa che finalmente fa pace con il gol.