La Stampa - I difensori nuovi pezzi pregiati

17.07.2019 10:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
La Stampa - I difensori nuovi pezzi pregiati

La nuova rivoluzione di luglio: libertà nelle spese pazze, uguaglianza nei prezzi folli e fraternità nei ruoli su cui investire. Nello strano mondo del mercato, dopo decenni di dittatura dei bomber o dei fantasisti, si spende e si spande, senza farsi problemi di cifre, anche per i difensori, una volta ultima ruota del carro dei sogni e delle chiacchiere di acquisti e cessioni sotto l'ombrellone. La nuova moda sostiene che sganciare assegni pesanti non per chi segna, ma per chi avrebbe il compito di non far segnare gli altri, non sia più un’eresia. Alla faccia, sembrerebbe, del cosiddetto calcio «propositivo» sbandierato dai vari Guardiola, Klopp, Sarri e compagni. E invece, proprio chi predica qualcosa di estremamente offensivo o sogna in grande, non può fare a meno di ripartire, senza guardare troppo il prezzo, da qualche bel totem difensivo da piazzare davanti ai propri portieri, categoria che un anno fa (con i botti Alisson e Kepa, rispettivamente da 72,5 e 80 milioni) visse la sua estate di gloria. Lo riporta La Stampa.