L'ex granata Maspero: "Juventus-Torino partita a sé, non conta come ci si arriva"

04.12.2020 13:20 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
L'ex granata Maspero: "Juventus-Torino partita a sé, non conta come ci si arriva"
TuttoJuve.com
© foto di Marcello Casarotti/TuttoLegaPro.com

L'ex granata Riccardo Maspero in un'intervista rilasciata a ToroNews.it, ha parlato così del prossimo derby tra Juventus e Torino in programma domani: "Sicuramente la Juventus non sta facendo grandi cose in campionato, però quello che non cambia mai è che la Juventus è sempre la Juventus. A livello tecnico è una squadra che ha a disposizione non solo numerosi campioni, ma anche elementi di grande personalità, di conseguenza rimane un top club. Perciò, bisogna cercare di non lasciare che imponga il proprio gioco e quando ci si trova ad affrontarla è d’obbligo provare a fare la cosiddetta partita della vita. All’epoca del pareggio per 3-3 al Delle Alpi con Camolese, noi giocatori sapevamo di essere calcisticamente inferiori, ma abbiamo giocato al massimo. L’obiettivo di ogni giocatore del Toro, in questa partita, dev’essere dimostrare di poter competere con il proprio avversario. È una partita a sè, non conta come ci si arriva. Nel 2001 arrivammo al derby messi male, avevamo raccolto appena un punto in quattro o cinque giornate. La Juve invece era in gran forma, ma alla fine è venuto fuori quel risultato lì. I derby sono partite in cui bisogna saper trovare le motivazioni, ma è necessario anche saperle gestire. Troppa pressione può portare a situazioni spiacevoli”.