Juventus.com - Black and White Stories: Matri vs Udinese

14.01.2022 11:40 di Giuseppe Giannone   vedi letture
Juventus.com - Black and White Stories: Matri vs Udinese
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tramite il proprio sito ufficiale, la Juventus si sofferma sulle prestazioni offerte dal suo ex centravanti Alessandro Matri contro l'Udinese, prossima avversaria in campionato dei bianconeri: "Con 3 gol in 2 partite, entrambe vinte dalla Signora, Alessandro Matri è uno dei grandi protagonisti nella storia di Juventus-Udinese.

L'ERRORE E IL GOL

28 gennaio 2012: Juventus-Udinese è una gara di vertice. I padroni di casa sono in testa alla classifica, i friulani inseguono in terza posizione con soli 3 punti di distacco. Nel primo tempo Matri ha una buona opportunità a tu per tu con Handanovic ma il suo tiro trova l'opposizione del portiere. Poco prima del riposo, Alessandro ha modo di rifarsi facendosi trovare pronto sottoporta.

IL MATCH-WINNER

Ancora più importante è quanto accade dopo l'intervallo. L'Udinese rimette in equilibrio il punteggio al dodicesimo minuto con Floro Flores. Ma la reazione della Juve è veemente e appena 300 secondi dopo Matri firma la rete del 2-1 con una conclusione imparabile. Un gol bellissimo e soprattutto fondamentale per conquistare 3 punti importanti nella corsa verso lo scudetto.

IL SIGILLO DEFINITIVO

L'esultanza di Matri non manca anche nel secondo Juventus-Udinese. Quello del 2012-13 non lo vede però come protagonista principale, poiché l'attaccante entra solo nella ripresa per rilevare Giovinco. Il risultato è già di 1-0, grazie a un meraviglioso gol dalla distanza ad opera del mattatore dell'incontro, Paul Pogba. Alessandro mette la sua firma conclusiva siglando il 4-0, dopo un'ulteriore gioiello del centrocampista francese e il gol di Vucinic.

ALESSANDRO IN CIFRE

Alcune interessanti differenze statistiche nelle due interpretazioni di Matri. Nella prima il 32 bianconero è scatenato: oltre alla doppietta lo certificano i 7 tiri complessivi effettuati e i 4 falli subiti. Con meno minuti in campo a disposizione, nella seconda partita Alessandro tocca pochi palloni, solo 14, ma nell'unica opportunità avuta su assistenza di Vucinic si dimostra preciso quanto basta per andare in gol".