Il Giornale - Quelle che le soste... Il Milan le patisce, l’Inter vola a settembre. La migliore anche dopo le pause è la Juve

14.09.2018 08:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 4467 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il Giornale - Quelle che le soste... Il Milan le patisce, l’Inter vola a settembre. La migliore anche dopo le pause è la Juve

Il Giornale apre le sue pagine sportive con la ripresa del campionato e alcune significative statistiche post-Nazionali: "Quelle che le soste... Il Milan le patisce, l’Inter vola a settembre", titola il quotidiano. Milanesi in chiaroscuro come le romane. La migliore anche dopo le pause è la Juve. Marcello Di Dio spiega: "(...) Guardando agli ultimi dieci anni, delle big italiane - intese come i sei club che quest’anno ci rappresentano in Europa - la squadra che sembra soffrire di più il rientro dallo stop del torneo è il Milan. Dal 2008 a oggi sono stati 44 i match di campionato disputati dopo le soste, con i rossoneri che ne hanno vinti meno della metà (21) (...). Il miglior rendimento generale è stato quello, e non poteva essere altrimenti, della Juventus: 28 successi sulle 44 sfide disputate a ogni ripresa del campionato. Nelle tre stagioni precedenti all’ultima, i bianconeri non hanno mai perso dopo la sosta, realizzando tra le big la striscia più lunga senza sconfitte di 17 gare, nel 2017-18 hanno invece incassato due ko con Lazio (in casa) e Sampdoria, campionato nel quale Napoli e Inter hanno fatto 13 punti in 5 partite. Elemento che non ha influito sulla nuova cavalcata vincente, anche se più sofferta degli anni precedenti, della truppa di Allegri. Nella speciale classifica del decennio, i nerazzurri sono ben dieci punti dietro la Signora (84), i partenopei addirittura dodici (82). Lazio e Roma hanno ottenuto insieme 160 punti, tre in più delle milanesi. Se guardiamo invece solo le sfide dopo la sosta di settembre, l’Inter è la migliore con 23 punti e nessuna sconfitta in 9 gare, complice un calendario agevole (i nerazzurri hanno rifilato nel 2014 7 gol al Sassuolo e pareggiato solo i confronti più difficili con Juventus e Milan) (...)".