Gazzetta - Paolo Rossi: "Ronaldo bionico. La gente mugugna perché non vede il bel gioco che si attendeva da Sarri, ma conta vincere. La Juve balbetta, ma in Europa..."

19.02.2020 09:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Gazzetta - Paolo Rossi: "Ronaldo bionico. La gente mugugna perché non vede il bel gioco che si attendeva da Sarri, ma conta vincere. La Juve balbetta, ma in Europa..."

L'ex attaccante della Juventus e della Nazionale  Paolo Rossi è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport. Le sue parole: "I bianconeri sono favoriti anche oggi? «Sì, ma con qualche dubbio perché finora hanno balbettato un po’. Non si è vista la netta superiorità degli altri anni. Lazio e Inter sono rivali veri e credibili per il titolo. E per noi che guardiamo è più divertente. Si percepisce giudizio negativo su Sarri? La gente mugugna perché non vede quel gioco spettacolare o almeno divertente che si aspettava. Il peccato di Sarri, se vogliamo chiamarlo così, è proprio l’attesa che lo circondava. In realtà è cambiato pochissimo rispetto alla gestione di Allegri. Alla fine nel calcio contano i risultati e Sarri è comunque in testa. Valuteremo a giugno"

Sui grandi bomber della A: "Immobile, Ronaldo, Lukaku? Ronaldo è bionico: sono impressionato dal suo rendimento fisico-tecnico e dal modo in cui è sempre concentrato. Sembra un ventenne. Immobileènel pieno della maturità e ha trovato un feeling splendido con Luis Alberto e Milinkovic.Ciro ha bisogno di essere supportato ed è bravissimoaesaltare il lavoro dei compagni. Lukaku garantisce un numero discreto di gol e poifa un lavoro mostruoso: è un trascinatore".

Sulla Champions: "Più facile che l’Italia vinca l’Europeo o che la Juve conquisti la Champions? Adesso direi l’Italia perché in un torneo breve può succedere di tutto e anche se non sei tra i favoriti puoi ottenere grandi risultati se il gruppo è forte e sano. Ma occhio a non sottovalutare la Juve: a volte entrare nella seconda fase a fari spenti può essere un vantaggio. Se si crea l’alchimia giusta può cambiare tutto in un attimo. Speriamo innanzitutto che passino almeno due squadre ai quarti: al Napoli servirebbe un’impresa con il Barcellona, l’Atalanta può eliminare il Valencia e la Juve è favorita con il Lione. Poi vedremo cosa accadrà. Ma la Juve non parte battuta con nessuno".