Gazzetta - Baggio: “Per venta’anni mi sono sentito colpevole, Ronaldo e Messi fenomeni, su Dybala...”

13.10.2019 08:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Gazzetta - Baggio: “Per venta’anni mi sono sentito colpevole, Ronaldo e Messi fenomeni, su Dybala...”

Su Gazzetta spazio alle parole di Roberto Baggio ieri a Trento al Festival dello Sport anche sul suo addio alla Fiorentina: «Tanta gente era finita all’ospedale, mi sentivo colpevole, anche se il meno colpevole di tutti. L’unica consolazione è che dopo vent’anni Pontello ha ammesso che la mia versione era quella vera, ma per vent’anni mi sono portato un peso. Sono sempre stato dalla parte della gente, dei tifosi, perché anch’io sono stato tifoso di sportivi e musicisti e penso di dover dare qualcosa alle persone. Ho sempre giocato per divertirmi, lo facevo per me stesso e anche per gli altri». 

Lui e gli allenatori «Io non ho mai fatto niente per mettermi davanti agli altri, figurarsi davanti all’allenatore. Ho avuto la fortuna di lavorare con tecnici bravi come Sacchi e Lippi, poi certi rapporti si sono incrinati per piccoli screzi. La delusione che mi ha dato Trapattoni lasciandomi fuori dalla Nazionale è stata grande, forse anche per questo oggi vivo lontano dal calcio». «Cristiano e Messi? Fenomeni ». Scorrono altre foto, Mourinho, Neymar, il meglio che c’è. Si arriva a Dybala e alla Juve. «Ha qualità incredibili, ma quelli che fanno quel ruolo spesso vengono messi in discussione quando le cose non vanno benissimo. Sarri ha fatto belle cose dappertutto, ma per vedere il suo gioco ci vuole tempo».