Garlando (Gazzetta): "Inseguire la bellezza senza Dybala è un ossimoro, che magia quel sinistro"

23.10.2019 15:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Garlando (Gazzetta): "Inseguire la bellezza senza Dybala è un ossimoro, che magia quel sinistro"

Nel suo commento su La Gazzetta dello Sport, Luigi Garlando su Paulo Dybala ha detto: "Prima d’interno, poi d’esterno. È come se Dybala si fosse spazzolato la scarpa con il pallone per farla brillare. Quanta magia in quel sinistro... La Joya ha ribaltato la Lokomotiv ed evitato alla Juve di entrare a Mosca con ansie napoleoniche. Con Bentancur trequartista a sorpresa, la Signora ha scoperto che il portoghese in buona serata si chiamava Joao Mario e si è ritrovata sotto all’intervallo. Poi è risalita, quando Bentancur è tornato a fare il mediano e Higuain ha affiancato al fronte CR7 e Dybala. Quando cioè si è fatta offensivamente cattiva per davvero. Alla vigilia, Cristiano aveva fatto un pubblico giuramento di fedeltà a Sarri: «Ora mi diverto di più perché attacchiamo di più». Ieri, nel primo tempo, terminale di una manovra lenta e prevedibile, si è divertito poco. Il gioco di Sarri deve ancora maturare e completarsi, servono fede e pazienza. E serve Dybala. Dicevamo qualche settimana fa: inseguire la bellezza senza Dybala è un ossimoro".