Gargano: "Rivaleggiare con la Juventus fu bellissimo"

17.04.2021 15:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Gargano: "Rivaleggiare con la Juventus fu bellissimo"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Gargano a Fanpage.it: “Preferirò sempre il Napoli all’Inter, ma quella frase sulla PlayStation…”

Walter Gargano, centrocampista uruguaiano che ha militato sia nel Napoli sia nell'Inter, anticipa a Fanpage.it il duello tra le due sue ex squadre di questa domenica e ritorna su vari episodi che ne hanno segnato il passato napoletano. Cognato di Hamsik, il sudamericano si sente ancora legato alla realtà partenopea.

"Per il Napoli, squadra per la quale batte il mio cuore, sarà durissima. Ma devono provarci perché è ancora possibile riuscire a ottenere una qualificazione in Champions League, qualcosa di fondamentale a livello sportivo ed economico. E poi l'Inter ha molto vantaggio, anche se è chiaro che Conte non vorrà certamente lasciare nulla al caso", spiega Gargano a Fanpage.it e definisce gli anni trascorsi al Napoli "Indimenticabili. Vorrei tanto che tornassero in Champions per, quando sarà possibile, riempire di nuovo quello stadio unico che oggi si chiama Diego Armando Maradona". 

Gargano racconta poi di quando arrivò al Napoli nell'estate del 2007 insieme ad Hamsik e Lavezzi: "La squadra era appena risalita dalla Serie B. Ci toccò vivere un'epoca strepitosa per l'entusiasmo che c'era in città. Rivaleggiare con la Juventus, che battemmo al primo scontro diretto, fu bellissimo. Fu un periodo bellissimo, ancora di più perché lo condivisi con gente stupenda come Marek ed Ezequiel".

Sulla frase che disse quando andò in prestito all'Inter, dicendo che era un sogno perché era la squadra che prendeva da piccolo alla Playstation, il centrocampista racconta "Ricordo che era la Playstation 1 ed ero adolescente. Nei primi giochi le squadre più forti erano l'Inter e il Real Madrid. [...] In quell'occasione per me fu dunque un sogno andare all'Inter, una squadra che prima avevo conosciuto solo virtualmente. Mi rendo conto che in un primo momento quelle dichiarazioni mi si siano ritorte contro, ma non smetterò mai di essere grato ai tifosi azzurri per quanto mi hanno dato anche dopo il mio ritorno a Napoli".

"Io preferirò sempre il Napoli - conclude -. E poi ho due figli napoletani, che ogni stagione hanno la maglia della squadra col numero 23. È quella che continuano a preferire, insieme ovviamente alla 17 dello zio…".