Di Gennaro a TMW Radio: "Se i giocatori si opponessero su alcuni orari di gioco non potrei dal loro torto"

28.05.2020 20:10 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
Di Gennaro a TMW Radio: "Se i giocatori si opponessero su alcuni orari di gioco non potrei dal loro torto"

Antonio Di Gennaro, ex giocatore, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio.

Si discute sugli orari delle partite.
"Se si opponessero, i giocatori, non potrei dar loro torto. Le 16.30 sono pesanti, anche perché si gioca ogni tre giorni. Qualcosa bisogna accettare, e mi auguro che questa sera emerga una condivisione totale. Non so se sarà così, ma speriamo che gli ultimi possano davvero essere i primi".

C'è ancora in ballo anche la questione delle scadenze contrattuali, e tutti gli strascichi legati.
"L'accordo ci deve essere, ma deve arrivare prima di quella data. Anche il mercato, come questa stagione, sarà diverso. La situazione è tutta in divenire, e molto dipenderà da cosa viene fuori stasera. Le trattative poi dovranno essere fatte con il buonsenso, anche perché ci sono giocatori, si legge ad esempio di Pjanic ed Higuain, che potrebbero cambiare squadre".

Cosa dovremmo attenderci dalla riunione di oggi?
"Non vorrei che ci fosse un piano B. Per quanto riguarda la Serie C, Gravina l'aveva già pronosticato".

Ma i playoff dovrebbero essere per tutti o no?
"Non è una scelta semplice. Credo che faranno una specie di final four, con le tre migliori secondi e una miglior terza, e valuteranno l'aspetto del playout. Riducendo le partite, magari sarebbero anche meno le problematiche. In Serie A ci sono quattro recuperi a Verona, Milano, Torino e Bergamo: tutte zone martoriate dal virus. La valutazione da fare è molto seria, ma bisogna che domani sia già tutto chiaro".

Il punto cardine sembra però essere quello della quarantena per il contagiato. Se si scende a una settimana, si può togliere proprio?
"Per i calciatori sicuramente, per i medici non lo so... Credo comunque che un piano B lo terranno, è inevitabile".