De Paola a TMW Radio: "Vlahovic da recuperare mentalmente. Deve ritrovare fiducia"

28.11.2022 12:40 di Niccolò Anfosso   vedi letture
De Paola a TMW Radio: "Vlahovic da recuperare mentalmente. Deve ritrovare fiducia"
TuttoJuve.com

Editoriale con Paolo De Paola, intervistato da Vincenzo Marangio e Alessandro Santarelli.

Nel corso dell'appuntamento odierno con 'L'Editoriale' è intervenuto sulle frequenze di TMW Radio Paolo De Paola. Queste le sue parole, raccolte da Tuttomercatoweb.

Dopo una settimana di Mondiale qual è il suo bilancio?
“C’è un sostanziale equilibrio nei vari gironi, questo ti dà un’idea di scarsa qualità. Si vede poi a livello mondiale una sorta di omologazione di gioco, hanno tutte questa difesa molto alta. Hai spesso delle squadre che si contrappongono senza la capacità dei singoli di emergere. L’unica squadra che ha così tanta qualità nei singoli è il Brasile, mi ha impressionato per la qualità eccelsa messa in mostra nel secondo tempo con la Serbia”

Come vede il rendimento degli italiani a questo Mondiale?
“Non vedo grandissimi ribaltamenti, ci sono tantissimi italiani che giocano in questo Mondiale. Lo vedi ad esempio da Dia che ha segnato un gol importante per il Senegal, lo vedi dalla difesa del Brasile con Alex Sandro che non gioca su questi livelli da due anni. Perché questa differenza tra il rendimento in Nazionale e il rendimento in campionato?”

Oggi Mancini compie 58 anni.
“A Mancini vanno gli auguri per il compleanno e i complimenti per l’Europeo. Avrebbe però dovuto passare questo compleanno a pensare ad altro, di certo non alla Nazionale. Così come dovrebbe pensare ad altro Gravina. Non è possibile che ogni volta non paghi nessuno, anche quanto successo nel caso D’Onofrio la Federazione ha responsabilità. Questa è purtroppo un’usanza del nostro calcio dove nessuno paga i suoi errori”

La Juventus deve preoccuparsi delle condizioni fisiche di Vlahovic?
“Penso che Vlahovic vada recuperato mentalmente, non è da discutere tecnicamente ma sta risentendo della cura negativa ricevuta da Allegri. Ha lasciato la Fiorentina dopo una serie di gol incredibili, adesso gli si rimprovera addirittura la capacità di segnare. Questo giocatore non va discusso, ha smarrito quel tocco magico che gli dà l’imprinting del cannoniere. Deve solo ritrovare la fiducia, ma la ricerca ossessiva del gol e la voglia di isolarsi non lo aiuta”