De Marchi: "Ci vorrà una grande Juve per battere il Bologna"

15.10.2019 06:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
De Marchi: "Ci vorrà una grande Juve per battere il Bologna"

Intervenuto ai microfoni di ViaEmilianews.com, Marco De Marchi, ex difensore del Bologna, ha così commentato l'inizio di stagione dei felsinei: "Il Bologna è una squadra ben costruita, che ha assunto la mentalità di un allenatore di grande personalità. Bisogna riconoscere che i rossoblù entrano sempre in campo per fare la partita, contro chiunque".

Sin qui però la squadra rossoblù ha subito un po' troppi gol.
"Sai, quando ci sono tanti cambiamenti, ci vuole un po' di pazienza: i nuovi concetti vanno assimilati, soprattutto quando arrivano tanti giocatori stranieri. Bisogna entrare bene nei meccanismi e nella mentalità italiana del saper difendere. In ogni caso, credo che ci siano giocatori all'altezza per poter fare sempre meglio, fermo restando che stiamo parlando di una squadra che gioca all'attacco e che, giocoforza, qualcosa deve concedere".

Le cose potrebbero migliorare col rientro di Mitchell Dijks?
"La difesa titolare è composta da giocatori stranieri, anche se Danilo ormai è diventato italiano a tutti gli effetti. La presenza di così tanti stranieri nel reparto arretrato può aver influito sui gol subiti dalla squadra, ma è solo questione di tempo e amalgama: le cose miglioreranno".

Nel prossimo match, Da Costa potrebbe prendere il posto di un non insuperabile Skorupski.
"Guarda, il ruolo del portiere è il più complicato in assoluto, il più esposto al rischio. Skorupski, probabilmente, non è ancora in piena forma, però è un portiere affidabile: capita a tutti di avere dei momenti meno felici. Da Costa ha mostrato nel tempo di essere anch'egli un portiere assolutamente affidabile, per cui Mihajlovic potrà scegliere tranquillamente: sono due estremi difensori all'altezza di essere titolari nel Bologna".

Sabato ci sarà Juve-Bologna, gara tra due sue ex squadre: che match si aspetta?
"E' chiaro che la Juventus ha dato una prova di grandissima forza e solidità a San Siro, sorprendendo forse un po' tutti contro la squadra che dovrebbe essere la sua rivale numero uno: questo vuol dire che i bianconeri non hanno smesso di avere fame e che puntano a vincere per l'ennesima volta lo scudetto. Però la formazione emiliana ha un'identità ben precisa, non molla mai: ci vorrà una grande Juventus per portare a casa un risultato positivo. Non vedo una partita scontata".