Crotone, Ursino: "Se il Napoli non avesse trovato una Juve così forte avrebbe vinto il campionato"

17.05.2018 07:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 7002 volte
Crotone, Ursino: "Se il Napoli non avesse trovato una Juve così forte avrebbe vinto il campionato"

Missione impossibile, a caccia di un’altra impresa. Perché al Crotone le cose facili non vanno di moda. La sfida al Napoli per ottenere la salvezza e scrivere un’altra pagina di storia. La squadra di Zenga ci proverà. “Dobbiamo fare il nostro dovere, poi vedremo alla fine che cosa succederà. Ce la metteremo tutta”, dice a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Giuseppe Ursino.

Retrocedere sarebbe una beffa clamorosa...
“Questa salvezza la meritano i tifosi, la squadra e la società. Faremo del nostro meglio, ne sono sicuro”.

I risultati della scorsa settimana non vi hanno aiutato.
“Il calcio è così. Ognuno gioca per vincere, i risultati non sono stati quelli che avremmo voluto noi ma dobbiamo rimboccarci le maniche. Sfidiamo il Napoli, proviamoci”.

Che messaggio trasmetterà ai calciatori in settimana?
“Che sono bravi. Lo sanno. Dobbiamo fare l’ultimo sforzo”.

Il rimpianto della stagione?
“Il minuto 93 di Crotone-Cagliari. Non ho capito cosa sia successo. Ci può stare che perdiamo contro la SPAL. Ma ancora non mi spiego che è successo contro il Cagliari”.

Mica facile sfidare il Napoli per provare a restare in Serie A...
“Affrontiamo una grande squadra, lo sappiamo. Se il Napoli non avesse trovato una Juve così forte avrebbe vinto il campionato. La squadra di Sarri avrebbe meritato, però vince solamente una... Noi andremo a fare la nostra partita. Ce la metteremo tutta, meritiamo di salvarci. Quando pensi di non avere più scampo puoi arrivare alla luce. Sono credente, se c’è una giustizia divina dobbiamo salvarci”.

Comunque andrà si ripartirà da Zenga?
“Queste cose che si vedranno più avanti. S’e dimostrato un grande allenatore. Ma ora pensiamo solo a noi e alla partita di domenica”.

La promessa: che fa se vi salvate?
“Le cose di sempre. Rientro a casa e festeggio con la famiglia. Dopo tanti anni di calcio ho visto di tutto”.