Corsera - Litigano tutti, serie A e giocatori. L’Uefa minaccia: finite o niente coppe. Si insiste sulla strada tracciata dalla Juve

04.04.2020 09:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
Corsera - Litigano tutti, serie A e giocatori. L’Uefa minaccia: finite o niente coppe. Si insiste sulla strada tracciata dalla Juve

"Litigano tutti, serie A e giocatori. L’Uefa minaccia: finite o niente coppe". La Lega non trova l’intesa con l’Aic sugli stipendi, la ripartenza divide i presidenti. Qualora si riprendesse a metà maggio, analisi del sangue ai calciatori per cercare il virus.

il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin infuriato per la scelta del Belgio di chiudere anzitempo il campionato e assegnare lo Scudetto al Bruges: "Non credo che questa sia la decisione giusta. I belgi e altri che potrebbero pensare di imitarli rischiano di compromettere la partecipazione alle coppe europee della prossima stagione", ha minacciato Ceferin. L’Uefa ha dato priorità ai campionati, vuole terminarli e in seguito finire anche le coppe, chi non si allinea rischia l’esclusione. La Urbsfa, la Federcalcio belga, ha risposto duramente: "Non ci facciamo condizionare dalle minacce".
"Il calcio non è la stessa cosa senza tifosi, ma è meglio giocare senza pubblico e riaverlo in televisione, piuttosto che niente", ha puntualizzato Ceferin.

Come evidenzia il quotidiano, in Italia la Lega calcio non riesce a raggiungere un accordo con l’Aic. Nell’ultimo incontro le posizioni erano così lontane da aver sostanzialmente fatto saltare il banco. I club di serie A proponevano una sospensione di quattro mesi, i calciatori erano fermi su uno. Un cortocircuito pericoloso - si legge nell'articolo a firma di Monica Colombo e Guido De Carolis -. Non c’è intesa e allora si procederà in ordine sparso. Ogni società tratterà conipropri tesserati. Verrà pagata la mensilità di febbraio, non marzo e aprile. La strada tracciata dalla Juventus è quella su cui si insisterà.