Corriere Torino - I rapinatori di piazza San Carlo avevano messo nel conto i feriti

17.08.2019 09:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Corriere Torino - I rapinatori di piazza San Carlo avevano messo nel conto i feriti

Il Corriere di Torino, in prima pagina, torna sulla vicenda di Piazza San Carlo: "I rapinatori di piazza San Carlo avevano messo nel conto i feriti", titola il quotidiano.

A pagina 5: "«I rapinatori con lospray misero in conto la tragedia»". Dopo il colpo, Budino e i complici «si sono dati allegramente alla fuga». Per il gup, gli aspetti legati alla sicurezza erano visibili a tutti e concausa dell’evento.

Fu quello spray, il cui getto venne «indirizzato verso il basso per diffonderne in modo più ampio l’effetto lesivo» in una «piazza gremita da oltre 30.000 persone», a causare la morte di due donne — Erika Pioletti, 38 anni, e Marisa Amato, di 65 —e il ferimento di altri 1.692 tifosi. Bisogna «sgombrare il campo da ogni dubbio — sottolinea il giudice nelle motivazioni della sentenza con cui il 17 maggio ha condannato Sohaib Bouimadaghen «Budino», Hamza Belghazi, Aymene Es Sabihi e Mohammed Machmachi a poco più di dieci anni di reclusione per omicidio preterintenzionale, lesioni,rapina e furto — circa la sussistenza del nesso di causalità tra la condotta»

il giudice Mariafrancesca Abenavoli scrive: «Gli imputati sapev ano perfettamente che la diffusione dello spray avrebbe creato scompiglio e movimenti incontrollabili tra la folla», tanto da «non mostrare alcuna sorpresa» di fronte agli avvenimenti di quella sera. «Si sono dati allegramente alla fuga, pubblicando la propria immagine e mostrandosi orgogliosi della propria bravata», passando accantoapersone che erano «cadute a terra» ed erano state «calpestate e ferite». «Senza ombra di dubbio», il loro comportamento «dimostra che la calca, la caduta e il ferimento delle persone» erano stati «messi in conto». E quando i media, nei giorni successivi, hanno «ampiamente dato conto delle tragiche conseguenze derivate dallo spruzzo strumentale alla rapina», loro «hanno tranquillamente continuato a delinquere con le medesime modalità in luoghi affollati».

il giudice Mariafrancesca Abenavoli sono i quattro marocchini che il 3 giugno 2017, in piazza San Carlo, utilizzarono lo spray urticante al peperoncino scatenando il panico tra i tifosi che guardavano sul maxischermo la finale di Champions League Juventus-Real Madrid