Conticello (Gazzetta): "Ramsey si è calato subito nella nuova realtà. De Ligt? Sarri non concepisce difesa a tre, qualcuno dovrà stare fuori di volta in volta"

15.07.2019 18:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Conticello (Gazzetta): "Ramsey si è calato subito nella nuova realtà. De Ligt? Sarri non concepisce difesa a tre, qualcuno dovrà stare fuori di volta in volta"

Filippo Conticello, giornalista de La Gazzetta dello Sport, ha parlato così a TMW a margine della presentazione ufficiale di Aaron Ramsey come nuovo calciatore della Juventus: "Ramsey si è presentato in italiano, questa è la cosa che ha stupito di più. Gli sono bastate poche settimane per cominciare a masticare la nuova lingua, e non è una cosa banale per chi parla solo inglese. Questo indica che si è calato nella sua nuova realtà con grande entusiasmo. Ha idee chiare e tanta voglia di recuperare subito dall'infortunio. Da come ha parlato non è escluso che possa partecipare alla tournée, lo vedo incuriosito dal gioco offensivo di Sarri".

Ramsey è il terzo gallese nella storia della Juve.
"Ramsey arriva dopo John Charles e Ian Rush, è vero. Non sarà facile ripetere le gesta del primo, ma sicuramente farà meglio del secondo. Direi che avvicinarsi ai risultati di Charles sarebbe già qualcosa di positivo".

Con l'arrivo di De Ligt chi resta fuori tra Chiellini e Bonucci?
"Sarri non concepisce la difesa a tre, quindi qualcuno dovrà stare fuori di volta in volta. Ci sono però le condizioni affinché possano giocare tutti, sfruttando via via le diverse caratteristiche di ogni difensore. De Ligt è sicuramente il colpo da qui a parecchi anni, dovrà ereditare la grandissima tradizione difensiva della Juventus".