Condò: "Torna la Champions e la curiosità di capire che può vincerla. La Juve ha qualche giorno in più per recuperare Bonucci e Chiellini"

12.02.2019 14:10 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Condò: "Torna la Champions e la curiosità di capire che può vincerla. La Juve ha qualche giorno in più per recuperare Bonucci e Chiellini"

Su La Gazzetta dello Sport, Paolo Condò ha analizzato le prossime sfide di Champions League: "Il piacere per il ritorno del torneo più bello del mondo si mischia così alla curiosità di capire chi abbia tutti i «dettagli» a posto per vincerlo, per usare una metafora che all’epoca a Mourinho portò fortuna. La Juventus, per esempio, ha mantenuto il livello di risultati dell’autunno, ma l’assenza di Chiellini, combinata a quella di Bonucci, è costata sei gol in due gare - un’assurdità per una squadra non solo così forte, ma costruita con principi di grande attenzione difensiva - e l’eliminazione dalla Coppa Italia. Un «dettaglio» favorevole alla Juve, che nell’Atletico troverà una rivale molto tosta per essere appena agli ottavi, è il fatto di tornare in campo non subito, ma la prossima settimana: sette giorni di recupero in più saranno preziosi sia per Chiellini che per Bonucci. Il giorno del sorteggio la Roma ha esultato per la buona pesca, cosa che ha immancabilmente indispettito il Porto. Nulla di inedito: quando le alternative nell’urna sono Barcellona, Manchester City e Bayern, è logico ritenersi fortunati in caso di altro accoppiamento. Ciò non toglie che il Porto fosse il favorito in dicembre, ma che oggi le assenze descrivano uno scenario più equilibrato. La Roma vi si avvicina con numeri ben mimetizzati, ma importanti: in serie A nei due mesi di «fermo coppa» ha ottenuto 17 punti, soltanto la Juve ha fatto meglio (20). Eppure Di Francesco, toccato nella carne viva dall’umiliazione di coppa Italia a Firenze, è stato realmente in discussione. Il surplace societario in attesa dello stadio nuovo è evidente: in queste condizioni, restare fra le otto più forti d’Europa sarebbe molto significativo".