Cobolli Gigli a TMW Radio: "Ronaldo, la società deve fare qualcosa!"

11.11.2019 17:20 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
© foto di Filippo Gabutti
Cobolli Gigli a TMW Radio: "Ronaldo, la società deve fare qualcosa!"

L'ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli a TMW Radio, durante Maracanà, ha detto la sua sulla squadra bianconera. Ecco le sue parole:

Sul momento della squadra
"A Sarri riconosco di aver rivitalizzato Pjanic, che è diventato un ottimo regista, di aver migliorato Cuadrado come terzino e di essersi preso degli scarti della Juve che dovevano essere venduti e che non sono stati venduti da Pratici, come Dybala e Higuain e di averli riportati in alto. E poi una gestione corretta del parco giocatori: se un giocatore non rende, lui lo toglie, vedi cosa è successo nelle ultime due con Ronaldo. Che poi non faccia il gioco del Napoli di Sarri è normale, perché i giocatori della Juve hanno una personalità superiore. Non vedo grandissime differenze rispetto al gioco di Allegri, ma vedo solo alcune cose.

Sul caso CR7
"Bisogna capire se è un caso. Quando Sarri è arrivato è andato a trovare Ronaldo nel suo yacht. Lì ha fatto capire che è diverso dagli altri. E' stata una scelta della Juventus Ronaldo, anche se non la condivido. Ronaldo credo che sia parzialmente infortunato, è chiaro che vuole sempre giocare ma è stato giusto tirarlo fuori per tutelarlo. E' stata una mancanza di rispetto nei confronti dei compagni l'andare a casa. Ora vedremo cosa farà per ricucire con i compagni. La società qualcosa dovrà dire o fare, una multa o non so cosa. Deve mantenere la disciplina che in campo ha perfettamente fatto Sarri. Vedremo se Ronaldo accetterà le decisioni della società".

Su Ancelotti
"Non ho dubbi che confermerei Carlo. E' una situazione momentanea. Ho simpatia per Adl, ma non ha migliorato la situazione. Ha deciso dopo la Roma come un dittatore di mandare tutti in ritiro. Così ha creato una serie di problematiche. E' in corsa per arrivare tra le prime quattro, mandare via Ancelotti sarebbe un errore clamoroso. In Carlo mi chiederei 'Ci dovrei rimanere in questa situazione?'. Potrebbe fare i conti, magari perdendo un po' di soldi".