Bocca (Repubblica): "Ronaldo si sblocca e la Juve vince, ma Allegri non è soddisfatto. I nervi sono parecchio tesi. Servirà stangata per lo sputatore Douglas Costa"

16.09.2018 22:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 28633 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Bocca (Repubblica): "Ronaldo si sblocca e la Juve vince, ma  Allegri non è soddisfatto. I nervi sono parecchio tesi. Servirà stangata per lo sputatore Douglas Costa"

Fabrizio Bocca, firma de La Repubblica, ha detto la sua su quanto accaduto oggi pomeriggio all'Allianz Stadium: "La Juventus non va mai troppo più in là di ciò che le si chiede. Alla partita col Sassuolo si chiedeva un gol di Ronaldo, perché se fosse  rimasto all’asciutto sarebbe nato un piccolo caso e sarebbero circolate troppe domande inopportune e fuori luogo. Di gol ne sono arrivati due: il primo d’opportunismo su un pasticcio della difesa del Sassuolo, il secondo direi proprio alla Ronaldo. La Juventus ha lavorato intesamente su Ronaldo, e il portoghese stesso ha confessato, subito dopo la partita, di aver sentito una certa ansia e una certa pressione. Normalissimo, i grandi attaccanti sono purosangue sempre nervosi e difficile da tenere, prima di un Gran Premio. Allegri ha smontato anche un altro caso nascente utilizzando Dybala nel momento in cui le sue troppe panchine sollevavano, anche queste, troppo domande inopportune. Tanto da far nascere il dubbio addirittura di un'incompatibilità con la nuova configurazione ronaldiana. Allegri non poteva rimanere completamente soddisfatto della partita, perché il Sassuolo è comunque riuscito a segnare un gol all’ultimo, rendendo il risultato minimale. E soprattutto perché Douglas Costa è stato espulso per un inverecondo e vergognoso sputo a Di Francesco che ci dicono quale livello di tensione ci sia all’interno della squadra alla viglia di un debutto in Champions League, cui la Juventus affida completamente tutto il bilancio della stagione. Sarà giusto che il giudice sportivo stanghi adeguatamente con un numero copioso di giornate il giocatore, come è stato fatto ampiamente in passato in situazioni simili. Intanto agli occhi di tutti restano i 12 punti in classifica, punteggio pieno. La Juve non è una squadra che  non ha problemi e non attraversa difficoltà, semplicemente li affronta e li supera. Anche perché la squadra messa nelle mani dell'allenatore vale oro, non bisogna dimenticarlo mai".