Bocca (Repubblica): "Ronaldo è un problema, il cambio vissuto come oltraggio: Agnelli dovrà mediare fra i due"

11.11.2019 14:00 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bocca (Repubblica): "Ronaldo è un problema, il cambio vissuto come oltraggio: Agnelli dovrà mediare fra i due"

Nel suo editoriale per Repubblica, Fabrizio Bocca ha parlato del cambio di Cristiano Ronaldo e delle polemiche scatenate dal suo comportamento: "Forse la Juve avrebbe quasi preferito pareggiarla, accontentarsi del secondo posto e lasciare l’Inter al primo piuttosto di dover scoprire che Ronaldo oggi è un enorme problema. Lo è perché Ronaldo non è un giocatore come gli altri ma un’entità ultraterrena, e perché sostituirlo può diventare una bestemmia in chiesa. E infatti lui, da macho latino qual è, l’ha presa come un oltraggio e ora non sarà facile uscirne. Saranno giorni pesantissimi i prossimi alla Juve, Andrea Agnelli sarà l’ago della bilancia, dovrà mediare tra Ronaldo e Sarri. Ma non è detto che ci sia una soluzione, una via d’uscita per cui basti una stretta di mano. Ronaldo vede intaccato il suo mito e non può accettarlo. Per vincere una partita troppo sofferta col Milan, Maurizio Sarri ha dovuto tirar fuori Ronaldo, sostituendolo con Dybala che poi ha segnato il gol vittoria sul Milan. Oggi Ronaldo semplicemente non è Ronaldo, è un giocatore normale, arriva addirittura raramente al tiro e la coppia Higuain-Dybala è molto più efficace, incisiva, fantasiosa e divertente di qualsiasi altra che comprenda Ronaldo stesso. Può essere anche una banale questione fisica, ma è l’elaborazione mentale che manca, l’impossibilità di vedere la situazione freddamente".