Biscardi: "Bernardeschi alla Roma? Stipendio troppo, non si farà. Douglas Costa..."

14.01.2020 13:00 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Biscardi: "Bernardeschi alla Roma? Stipendio troppo, non si farà. Douglas Costa..."

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, Maurizio Biscardi ha parlato di alcuni temi d'attualità: 

SUL NAPOLI: Hanno sbagliato in tanti più che Ancelotti. Siamo arrivati ad una situazione insostenibile e le colpe non si possono addebitare solo ad un mostro sacro come lui. Nelle ultime 2 partite si è praticamente suicidato da solo. Adesso il Napoli deve far finire presto il campionato e dedicarsi agli impegni fuori dal campionato che sono molto importanti, trovando armonia e riconversione con la buona sorte.

SU CONTE E L'INTER: La squadra parte forte ma poi non regge perché mancano degli elementi. La rosa non è sempre così alta da poter tenere in tutte le situazioni. Se ti abbassi lasci spazio agli avversari e alla fine la paghi. L'Inter si interesserà all'Europa League ma ha bisogno di una rosa più ampia. Politano? Nell'ambito di una partita può coprire varie zone di attacco.

SUL MILAN: Eriksen costa 7/8 milioni di stipendio netti e per il Milan sono cifre troppo alte. Bisogna che il Milan prima ritrovi un assetto societario, poi torneranno anche i campioni.

SU PIATEK: Il Milan ha l'obbligo di vendere per poter comprare e lui insieme a Suso è uno dei cedibili per poter fare una campagna acquisti.

SU DOUGLAS COSTA: E' tra i giocatori più forti che abbiamo visto, come moltissimi della Juve.

SULLO SCAMBIO POLITANO/SUSO: Scambio Politano Suso? L'Inter cerca altri tipi di giocatori rispetto a Suso, lo vedo problematico un suo inserimento tra i nerazzurri.

SU BERNARDESCHI ALLA ROMA: Potrebbe essere ma gli deve garantire un certo stipendio, per cui la vedo difficile.

SUGLI INFORTUNI DEMIRAL E ZANIOLO: Per me è una coincidenza, non imputerei questo al fatto che all'Olimpico si era giocato 24 ore prima, non vedo un nesso.

SU ZANIOLO ACCOSTATO A TARDELLI: Forse il primo Zaniolo, ora gioca diversamente e per arrivare a Tardelli deve fare qualche annetto di altissimo livello internazionale e magari poi potrà arrivarci.