Bellinazzo smentisce Commisso: "Non è vero che Juve e Inter non rispettano l'indice di liquidità"

20.09.2021 13:10 di Rosa Doro Twitter:    vedi letture
Bellinazzo smentisce Commisso: "Non è vero che Juve e Inter non rispettano l'indice di liquidità"
TuttoJuve.com

Dopo le dichiarazioni di Commisso, Marco Bellinazzo de IlSole24ore ha spiegato l'indice di liquidità e ha smentito il presidente della Fiorentina che ha attaccato Juventus e Inter:  "L'indice di liquidità mette in rapporto i soldi in cassa, le disponibilità liquide di una società, con gli obblighi legati all'attività ordinaria del club. E sulla base di un calcolo matematico un club deve avere già in cassa una certa quantità di soldi che garantisca il pagamento di almeno una percentuale di costi. Indica sostanzialmente che un club possa affrontare tutti gli impegni finanziari per evitare un default di una società a stagione in corso".

E ha ragione Commisso quando punta il dito su Inter e Juventus?

"Posto - prosegue Bellinazzo - che c'è un organo come la Covisoc che controlla che tutti i club rispettino l'indice di liquidità, gli indici però non bloccano di per sé l'iscrizione al campionato, bensì obbligano le proprietà in difetto a provvedere attraverso aumenti di capitale o prestiti. E così hanno fatto Juventus e Inter, i bianconeri varando un aumento di capitale di 400 milioni e i nerazzurri aprendo un debito con un fondo che si chiama OakTree dovendo comunque rifinanziare per oltre 250 milioni. È evidente che la situazione finanziaria dei club più importanti sia stata colpita enormemente dalla pandemia, ma hanno anche proprietà che in una maniera o in un'altra stanno cercando di rimediare. Dall'altra parte le operazioni di mercato di questi club ne testimoniano la difficoltà", ha detto in un'intervista a FirenzeViola.it.