Antonelli: "Da due anni mercato un po' dopato. Icardi e Neymar? Una serie di familiari creano problemi anzichè risolverli"

15.07.2019 19:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Antonelli: "Da due anni mercato un po' dopato. Icardi e Neymar? Una serie di familiari creano problemi anzichè risolverli"

L’agente di mercato Stefano Antonelli è intervenuto in diretta a Radio Sportiva per analizzare le ultime trattative ci mercato.

SUI DIFENSORI CENTRALI: "Sono due anni che il mercato è un po’ dopato: quando vai a prendere un calciatore di fascia medio-alta, in qualsiasi ruolo se non metti 15 milioni non puoi accostarti. Sono numeri che si ripropongono in ogni operazione da due anni a questa parte".

SU ICARDI E NEYMAR: "Storicamente e per regolamento i calciatori hanno sempre un po’ di forza in più dei club. Non tutti i trasferimenti, però, sono difficilissimi: lo stanno diventando per l’inserimento all’interno delle trattative di una serie di familiari che in qualche modo voglio incidere e anziché risolvere i problemi li creano". 

SU MALINOVSKYI: "Per me è un calciatore molto importante, che ha già esperienza internazionale, sicuramente tra i primissimi centrocampisti in Europa. Ha caratteristiche diverse da quelle che Gasperini ha e all’occorrenza potrebbe giocare anche dietro le punte, chiaramente con un compito non prettamente offensivo. Però, aspettiamolo con calma e serenità".

SULLA FIORENTINA: "Mi sono fatto un’ottima idea e i professionisti che stanno arrivando sono tutti di alto livello. Il primo grandissimo step è far capire a Commisso il modo di interpretare il calcio in Europa. Secondo me, dopo aver ultimato la cessione di Veretout la Fiorentina entrerà nel vivo del mercato e sarà protagonista".