Anellucci: "Juve deve vincere subito. Pirlo un ripiego, Inzaghi era prima scelta"

19.10.2020 16:20 di Giovanni Spinazzola Twitter:    Vedi letture
Anellucci: "Juve deve vincere subito. Pirlo un ripiego, Inzaghi era prima scelta"

L'agente FIFA Claudio Anellucci ha parlato ai microfoni di TMW Radio.  

Juve, c'è un problema con Pirlo?
"La Juve ha nel suo dna la parola vittoria, vincere subito. La scelta di Pirlo è stata di ripiego, è chiaro, perché c'era Simone Inzaghi. Ma Lotito non avrebbe mai liberato Inzaghi per mandarlo alla Juve. E' stata fatta una scelta in casa, azzardata. Devi entrare e creare una certa alchimia, cosa che non è successa con Sarri. Se continua così però Pirlo non può vincere. I giovani sono bravi ma non in una squadra che deve vincere tutto e subito come la Juve".

Questo Napoli dove può arrivare?
"E' la più seria candidata allo Scudetto per gioco e qualità dei singoli. In panchina si può permettere di lasciare tanti ottimi giocatori. Ha una squadra ricca di giocatori di livello e ha messo un perno importante in mezzo al campo come Bakayoko. Per me Osimhen farà vedere ottime cose, ha una qualità impressionante. Se riescono a redistribuire le forze e un po' di fortuna, possono dire la loro fino a fine campionato".

Che succede alla Lazio?
"Prima di tutto dico che il Sassuolo è una meraviglia, ha rischiato di perdere il derby ma ha sempre dato la sensazione di poter vincere. Adoro De Zerbi e credo che sia uno dei migliori tecnici in assoluto. Mi ha emozionato vedere questo Sassuolo. Sulla Lazio devo dire che è un disastro. Ho paura che ci sia qualcosa di brutto in quel gruppo. Per andare a Genova in quelle condizioni, sarei andato con un altro modulo e avrei portato a casa il punticino, che non fa mai male".


Ospiti: Claudio Anellucci, Gianni Di Marzio e Simone Braglia - Maracanà con Marco Piccari e Cinzia Santangeli