Altafini a RBN: "Nono Scudetto Juve? TRaguardo incredibile, ma c'è anche demerito delle avversarie. Quest'anno i bianconeri hanno concesso troppo"

04.08.2020 23:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Altafini a RBN: "Nono Scudetto Juve? TRaguardo incredibile, ma c'è anche demerito delle avversarie. Quest'anno i bianconeri hanno concesso troppo"

Intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera nel corso di ‘Cose di Calcio’, l’ex giocatore della Juventus José Altafini ha analizzato così i temi in casa bianconera: “Lo Scudetto della Juventus? Vincere nove Scudetti è un traguardo incredibile, c’è molto merito ma anche demerito degli avversari perché nessuno ha contrastato i bianconeri. L’Inter e le altre quest’anno potevano farcela, ma hanno perso tanti punti per strada. Sicuramente questo è stato il campionato vinto in maniera più normale, perché negli altri aveva vinto surclassando gli avversari, quindi forse quest’anno la Juventus è mancata in qualcosa. I bianconeri hanno perso molte partite, concedendo risultati agli avversari che però erano addormentati. Sicuramente con Sarri la Juventus non ha giocato come negli anni passati, Chiellini è stato un grande assente”.

Sulla Champions League: “L’Atalanta è stata fin qui la squadra più in forma, ora sta perdendo un po’ di forze. Il PSG non so se pagherà il riposo che ha avuto. Se mi chiedi un favorito non saprei dirlo”.

Sul rapporto con i suoi allenatori: “Io non ho fatto l’allenatore perché pensavo che quello non fosse il mio mestiere, per fare l’allenatore serve essere diplomatico, calmo, tranquillo, non bisogna imporre le proprie idee, non basta dare solo dei compiti, ognuno deve giocare come sa. Gli allenatori che cercano di imporre il proprio gioco non mi piacciono, mi piacevano quelli che ti lasciavano giocare in pace. Credo che Guardiola sia il più grande giocatore che c'è in giro, tutti lo hanno copiato".


Josè Altafini ai microfoni di "Cose di Calcio" con Antonio Paolino.