Ag. Da Graca a RBN: "Vorrebbe restare alla Juve ed emulare il percorso di Marchisio. Tanti consigli da CR7"

16.04.2021 18:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Ag. Da Graca a RBN: "Vorrebbe restare alla Juve ed emulare il percorso di Marchisio. Tanti consigli da CR7"
TuttoJuve.com
© foto di Alessio Alaimo

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di 'Up&Down', è intervenuto Giorgio Parretti, agente di Marco Da Graca, fresco di rinnovo con la Juventus: "Come ha vissuto questa stagione? Indubbiamente è stato un grande regalo. Noi nel periodo di lockdown avevamo cominciato a lavorare con la dirigenza su un progetto per Marco. Ha colto un po' di sorpresa il sottoscritto, Marco non mi aveva detto che lo avevano convocato in prima squadra. Indubbiamente è stata una sensazione particolare, a detta di Marco è stato accolto in maniera veramente piacevole dai compagni, in particolare da Morata. È stato in rosa in partite importanti come quella contro il Barcellona, è stata un'esperienza importante che è culminata in una manciata di minuti contro la SPAL e con il numero di maglia per la prima squadra. È stata una cosa importante, ma lui è un ragazzo che non si esalta. È cosciente di quello che vuole fare, il suo tweet è stato esplicito, non si culla sull'essere arrivato in prima squadra".

Su Cristiano Ronaldo: "CR7 è stato prodigo di consigli. In alcuni momenti è stato molto vicino ai ragazzi, quindi è stata anche un'esperienza importante non solo tecnica ma anche umana. È stata un'esperienza decisamente positiva, ringraziamo il fatto che lui sia tornato nei ranghi perché un giocatore che non gioca non è un calciatore. È tornato in Primavera, si sta divertendo, poi quando lo chiamano lui è felice di andare dappertutto".

Sul futuro: "Andremo sicuramente al Real Madrid… No, in realtà non lo sappiamo. Quello che interessa è che possa giocare. I programmi non li conosciamo, poi in questo momento non c'è molta chiarezza, bisognerà capire quale sarà l'area tecnica della prima squadra. Lui la maglia bianconera vorrebbe tenersela, il suo sogno sarebbe quello di emulare Marchisio e il suo percorso fatto dalle giovanili alla prima squadra fino alla Nazionale. Non ha fatto ancora nulla, la testa ce l'ha, se va avanti così potrà fare il calciatore ad alti livelli. Lui si è trovato benissimo come ambiente, è un ragazzo solare e quindi è stato accettato benissimo. Se poi fa anche gol è tanto di guadagnato. Io ho visto esordire Vieri al Torino che a 18 anni in Coppa Italia ha fatto subito gol, speravo potesse fare lo stesso anche lui, Cherubini gli ha detto che se fosse stato più furbo avrebbe segnato, invece è stato più veloce Chiesa contro la SPAL. Serve quel pelo nello stomaco per crescere ancora".

Clicca sul podcast in calce per ascoltare la trasmissione integrale.