ACMilan.com - Milan-Juventus: i duelli

22.01.2022 18:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
ACMilan.com - Milan-Juventus: i duelli
TuttoJuve.com
© foto di DANIELE MASCOLO

Il sito ufficiale del Milan analizza i principali duelli attesi domani sera a San Siro:

Milan-Juve, basta la parola ed è già garanzia di spettacolo. Poche presentazioni e tanta attesa nell'avvicinamento a questo big match di San Siro. Si gioca domani, ma oggi è già tempo di anticipare i possibili e più interessanti duelli in campo. Rivali, nemici, avversari: rossoneri e bianconeri, come sempre, lotteranno per avere la meglio e l'esito finale dipenderà anche da loro:

RAFAEL LEÃO vs PAULO DYBALA
Sono i più in forma, uomini copertina e attaccanti di puro talento. Avranno posizioni differenti - Leão agirà largo e sa far male soprattutto in velocità, Dybala giostrerà più in mezzo ed è formidabile nello stretto - ma il compito principale sarà identico: incidere e decidere. Il portoghese è stato coinvolto in gol in ognuna delle ultime quattro presenze in tutte le competizioni (tre reti, due assist) e ha preso parte a un gol in ciascuna delle sue due partite contro la Juve a San Siro in campionato (rete a luglio 2020, assist a gennaio 2021); non solo, Rafa è anche il giocatore che ha portato a buon fine più dribbling in questa Serie A (50, 78 quelli complessivi tentati). L'argentino sta trascinando a suon di marcature: in fila Roma, Udinese e Sampdoria in Coppa Italia. Dodici i gol contro il Milan in campionato (sette reti, cinque assist), anche se non ha mai colpito il Diavolo a San Siro in maglia bianconera. Entrambi sono i leader delle rispettive squadre anche come tiri nello specchio e fuori dallo specchio, da loro ci si aspettano le giocate migliore e la qualità maggiore.

THEO HERNÁNDEZ vs JUAN CUADRADO
Probabilmente i terzini più forti del nostro campionato, di certo uno degli incroci più affascinanti della gara. Agiranno all'opposto, Hernández a sinistra e Cuadrado a destra, di conseguenza si ritroveranno di fronte. Brucerà l'erba lungo quella corsia, una fascia ad alta velocità e di grande qualità. Condividono una statistica: solo Faraoni (undici) ha servito più assist del francese e del colombiano (dieci a testa) tra i difensori in Serie A dall'inizio della scorsa stagione. Possono essere gli aghi della bilancia, anche in fase difensiva, Theo poi dovrà fare attenzione perché diffidato prima del Derby. Hernández è tornato a splendere nonostante il rigore sbagliato contro lo Spezia ed è anche il milanista con più falli subiti (37). Cuadrado ha già realizzato quattro gol nel torneo in corso, tanti quanti nei due precedenti messi insieme. Chi avrà la meglio?

ZLATAN IBRAHIMOVIĆ vs ALVARO MORATA
Dovranno reggere il peso offensivo, lottare e farsi trovare pronti. Ecco le punte coi riflettori addosso, molto diverse come caratteristiche e interpretazione del ruolo: Ibrahimović ha più esperienza e potenza, Morata più freschezza e dinamismo. In ogni caso partecipano e bene al gioco collettivo. Lo svedese sarà l'ex per eccellenza e in maglia milanista ha già colpito la Vecchia Signora in due circostanze sempre a San Siro (luglio 2020 e ottobre 2010). La rete al Meazza comunque manca da metà settembre, realizzarla lo porterebbe a diventare il più "anziano" a segnare contro la Juve in Serie A (40 anni e 112 giorni domenica) e ad agganciare Riva, Mancini e Filippo Inzaghi in 21ª posizione (tutti a quota 156) tra i migliori marcatori nella storia del massimo campionato.  Morata ha preso parte a quattro gol in cinque match di Serie A contro il Milan (due reti, due assist); tra queste c'è il primo incontro nel quale ha sia segnato che servito un passaggio vincente (febbraio 2015, 3-1 allo Stadium).

SANDRO TONALI vs MANUEL LOCATELLI
Le chiavi della regia, i cervelli della mediana. Giovani e italiani, un bel duello. Tonali riprenderà in mano il battito del cuore del Milan dopo aver scontato la squalifica, quindi riposato e carico. All'andata servì l'assist per il pareggio, un preciso calcio d'angolo per il colpo di testa di Rebić valso l'1-1: una delle sue prime importanti prestazioni del 2021/22, mentre la prossima servirà per ribadire lo status di promessa mantenuta e in rampa di lancio. Sandro è il leader rossonero per passaggi nella metà campo offensiva (423), cross effettuati (70) ma anche falli commessi (24) e ammonizioni (cinque). Dà battaglia anche Locatelli, primo tra i bianconeri per scorrettezze (30) e conclusioni respinte (sedici); a proposito di ex di lusso, Manuel ha esordito in Serie A in maglia milanista e proprio in un Milan-Juve del 2016 ha siglato uno straordinario gol-vittoria.