A DOMANDA RISPONDE - La Juve ha disegnato strategia molto importante. Arriva brasiliano con brillante biglietto da visita. Orsolini-Schick, che chance! Ritorno Ibra? Mercato ha una logica. Le ultime su Berna, Sczeczsny, De Sciglio e Cuadrado

 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 34273 volte
A DOMANDA RISPONDE - La Juve ha disegnato strategia molto importante. Arriva brasiliano con brillante biglietto da visita. Orsolini-Schick, che chance! Ritorno Ibra? Mercato ha una logica. Le ultime su Berna, Sczeczsny, De Sciglio e Cuadrado
Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, editorialista del Corriere dello Sport-Stadio.
 
Che cosa significa per la Juve l’operazione Douglas Costa?
 
“E’ la conferma che la squadra campione d’Italia ha disegnato una strategia di rafforzamento molto importante. Dopo Orsolini e Schick, a Torino arriva un giocatore di 26 anni che potrà dare un contributo di alta qualità. Gli stessi termini dell’operazione lo dimostrano: 10 milioni di euro per il prestito annuale e 30 milioni di euro per il riscatto nel 2018 equivalgono a quanto, a suo tempo, venne spesso per Dybala. Douglas Costa calcisticamente è nato centravanti, tant’è vero che, inizialmente, ha ricoperto questo ruolo nello Shakhtar Donetsk. Poi, la metamorfosi che l’ha portato a diventare un esterno destro, ma, anche quando è stato impiegato sulla fascia sinistra, ha offerto un buon rendimento. I cross sono fra i pezzi migliori del repertorio. Nelle coppe europee ha maturato una considerevole esperienza, fra Ucraina e Germania:  60 presenze e 10 gol sono un brillante biglietto da visita per il nazionale brasiliano. 
 
Nei giorni scorsi ha impazzato sul web la notizia del blitz torinese di Raiola e Ibrahimovic. Che cosa ne direbbe di un ritorno di Ibra in bianconero?
“Il mercato è bello perché è vario e la sua prima regola non scritta è mai dire mai. Ma il mercato ha una sua logica e la Juve pure. Il ritorno di Ibrahimovic nella squadra campione d’Italia cozzerebbe contro questa logica. Il 20 aprile scorso, durante la gara  di ritorno dei quarti di finale di Europa League, vinta 2-1 sull'Anderlecht, lo svedese ha accusato la rottura del legamento crociato anteriore e posteriore E’ stato operato al crociato il 2 maggio scorso a Pittsburgh, negli Stati Uniti. Sta bruciando le tappe per rientrare nel più breve tempo possibile, tuttavia i medici sostengono che non si potrà rivedere in azione prima della fine di ottobre. Dal 1° luglio scorso, Ibrahimovic è svincolato dal Manchester United. Il 3 ottobre prossimo compirà 36 anni. Alla Juve servono più gli Schick e gli Orsolini che Ibrahimovic. Per il quale, in queste ore, si parla di un ritorno a gettone allo United. 
 
Ma Schick e Orsolini resteranno o andranno a giocare in prestito altrove?
"Allegri e la  società decideranno il primo agosto, dopo la tournée in Messico e negli Usa. Penso che sia l’ex doriano sia l’ex ascolano in questo mese abbiano un’ottima chance per mettersi in mostra. Poi si vedrà. Anche se...”
 
Anche se?
“L’arrivo di Bernardeschi toglierà loro inevitabilmente spazio”.
 
Lei è convinto che Bernardeschi passerà alla Juve?
“Sì. La trattativa con la Fiorentina è bene impostata. L’offerta bianconera è troppo allettante per i viola:  40 milioni di euro, ricordando che il giocatore ha espresso chiaramente la volontà di lasciare Firenze, sono un argomento molto convincente”.
 
Neto è andato in Spagna. Chi sarà il vice Buffon?
“Sczeczsny rimane sempre il primo candidato. La differenza fra domanda Arsenal e offerta  Juve si sta riducendo”.
 
De Sciglio sarebbe un buon colpo?
“Sarebbe un ottimo colpo. Stiamo parlando di un calciatore che compirà 25 anni il 20 ottobre, conta 110 partite in A con il Milan e 31 presenze in Nazionale, perfettamente ristabilitosi dopo gli infortuni che ne hanno condizionato il rendimento nelle ultime due stagioni. La differenza sta nel prezzo: la Juve può arrivare al massimo a 7 milioni, il Milan ne chiede almeno 12, a meno che i bianconeri non siano disposti a mettere sul piatto il cartellino di Cuadrado. Da quest’orecchio però la Juve non ci sente. Ma la trattativa è in pieno svolgimento”.