A DOMANDA RISPONDE - L'inusuale autogol del re del mercato. Donnarumma-Juve, tre indizi fanno una prova! I nomi per imbastire la trattativa. A patto che...

 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 27982 volte
A DOMANDA RISPONDE - L'inusuale autogol del re del mercato. Donnarumma-Juve, tre indizi fanno una prova! I nomi per imbastire la trattativa. A patto che...

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, editorialista del Corriere dello Sport-Stadio.

 

Le parole di Raiola contro il Milan e contro Mirabelli, la clamorosa contestazione a Donnarumma a Cracovia, fra striscioni e dollari falsi: che idea si è fatto di questa vicenda?
"Cominciamo dalla fine, cioè dalle parole di Raiola, un'arrampicata sugli specchi da fare invidia a Messner sull'Everest; un autogol mediatico decisamente inusuale per il re del mercato. Il quale sostiene che Donnarumma sia stato oggetto di mobbing da parte del Milan. Curioso. Non avevo mai sentito di un caso di mobbing di siffatta portata: un club offre 25 milioni di euro per 5 anni a un suo giocatore e questi non firma perché teme di essere mobbizzato. Tutto questo sarebbe meraviglioso, se non fosse surreale. Quo vadis, Raiola?".

Secondo lei, qual è la vera motivazione della rottura fra Il Milan e Donnarumma? 
"Primo indizio: mai visto un giocatore di 18 anni rifiutare 25 milioni in 5 anni dopo essere cresciuto nel vivaio della squadra che gli propone questa montagna di denaro e dopo avere baciato la maglia di questa squadra al temine di una burrascosa partita allo Juventus Stadium. Secondo indizio: il suo agente sostiene che il no al rinnovo non nasca per una questione di denaro. Forse perché sul tavolo c'e' un'altra offerta più vantaggiosa? Terzo indizio: Marotta, a ragione,  afferma che la Juve ha il diritto di provare a prendere un portiere come Donnarumma e il Real Madrid, il PSG e lo United la pensano allo stesso modo. Senza scomodare Agatha Christie secondo la quale tre indizi sono una prova, basta citare Andreotti: a pensar male si fa peccato, ma qualche volta s'indovina".

Quali possono essere gli argomenti convincenti della Juve per il Milan?
"Neto o Sczeczny che la Juve ha già bloccato, De Sciglio che la Juve vuole: questi i nomi per imbastire una trattativa. Ma...". 

Ma?
"Ma a patto di garantire a Donnarumma lo stesso ingaggio di Higuain. Almeno 7 milioni di euro a stagione. Cioè lo stesso che il Real e' pronto a offrire a Donnarumma. All'anima del mobbing".