A DOMANDA RISPONDE - Ecco dove ha sbagliato la Juve contro grande Roma. Allegri, eccesso di turnover non paga. Dybala deve giocare sempre. Cosa devono evitare i bianconeri nella finale con la Lazio

 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 16952 volte
A DOMANDA RISPONDE -  Ecco dove ha sbagliato la Juve contro grande Roma. Allegri, eccesso di turnover non paga. Dybala deve giocare sempre. Cosa devono evitare i bianconeri  nella finale con la Lazio

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, editorialista del Corriere dello Sport-Stadio.


Dove ha sbagliato la Juve a Roma?

“Quando, dopo l’intervallo, è ritornata in campo molle sulle gambe, distratta e sistematicamente troppo lenta rispetto al furore agonistico di una grande Roma che ha nettamente meritato la vittoria, grazie alla sua dirompente ripresa. Eppure, la partenza dei bianconeri era stata incoraggiante:  il palo di Asamoah, il gol di Lemina, come se non fosse destinato a pesare l’abbondante rotazione di titolari cui aveva fatto ricorso Allegri, cambiando sei undicesimi rispetto alla squadra che aveva battuto il Monaco. Alla distanza, invece, diversi bianconeri sono calati vistosamente. E, purtroppo per la Juve, tutti insieme. Mi riferisco a Pjanic, Sturaro, Cuadrado, Mandzukic, Lichsteiner, mentre non condivido le critiche a Buffon per il gol, subito da El Shaarawy. La carambola dell’ex milanista è stata deliziosa, ma l’hanno resa tale le due consecutive deviazioni che ne hanno modificato la traiettoria”.

Allegri ha fatto bene o ha fatto male a cambiare sei giocatori su undici?

“Ho sempre elogiato il tecnico, soprattutto nei passaggi iniziali più delicati della stagione. Ma, per il poco che vale la mia opinione, penso che stavolta l’allenatore abbia sbagliato. E’ giusto dosare le forze dei titolari, è logico centellinarne l’impiego tenuto conto degli impegni ravvicinati, ma chiudere il discorso scudetto a Roma avrebbe consentito alla Juve di centrare il primo obiettivo e concentrarsi sulla finale d Coppa Italia”.

A proposito di turnover: secondo lei, è stato tenere Dybala inizialmente in panchina?  

“No. A mio avviso, Dybala deve giocare sempre. S’è visto subito quanto Higuain abbia tatticamente sofferto a causa dell’assenza del connazionale nella formazione titolare. E non è stato un caso che l’attacco sia stato ravvivato dall’ingresso in campo di Dybala nella ripresa. Ma la mossa è stata tardiva e, per questo, non ha avuto successo”.

Ne ha risentito anche Mandzukic?

“Sì, fermo restando che, nel finale, il croato ha accusato un duro colpo alla schiena e, causa le tre sostituzioni già effettuate da Allegri, è stato costretto a rimanere in campo sino alla fine. Ma la verità è che la marcatura di Rudiger su Mandzukic è stata una scelta azzeccata da Spalletti”.


Mercoledì sera si giocherà la finale Juve-Lazio, in palio la Coppa Italia: da dove deve ripartire la capolista?

“L’errore che la Juve è chiamata ad evitare si chiama nervosismo. Allegri l’ha intuito subito dopo la sconfitta e le sue parole sono state significative. Mantenere la calma è la condizione indispensabile per azzerare i contraccolpi del ko rimediato contro la Roma. La Juve di solito non sbaglia mai due partite di fila. Ma occhio alla Lazio: nonostante la sconfitta di Firenze, dove Inzaghi ha radicalmente cambiato la formazione, risparmiando molti titolari in vista della finale. All’Olimpico sarà una gran bella finale”.