VERSIONE MOBILE
tmw
 Venerdì 30 Gennaio 2015
PRIMO PIANO
01 Feb 2015 15:00
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Udinese   Juventus
[ Precedenti ]
QUANTO VALE PAUL POGBA?
  
  
  
  
  
  

PRIMO PIANO

Una folle lettera

20.09.2012 14:00 di Davide Terruzzi Twitter: @DavideTerruzzi  articolo letto 22316 volte
© foto di Federico De Luca

Antonio Conte non può essere presente negli stadi italiani e continuare ad allenare nonostante la squalifica. Questo il senso di una lettera indirizzata dal presidente del Centro di coordinamento viola club, Filippo Pucci, a Giancarlo Abete, numero uno della Figc.

"Dottor Abete mi rivolgo a lei per esprimerle il profondo rammarico provato dai tanti amanti del calcio, qualunque sia la loro fede calcistica, dinanzi all'atteggiamento tenuto dalla Federazione da lei rappresentata riguardo a quanto si sta verificando in queste prime tre giornate di campionato. Mi riferisco - scrive Pucci - alla 'tolleranza dimostrata o meglio al 'far finta di niente' davanti a un tesserato Figc squalificato che 'furbescamente', in accordo con l'attuale societa' di appartenenza, pretende comunque di svolgere la propria professione disinteressandosi completamente della squalifica inflittagli, posizionandosi dentro uno stadio seppur non nella sua naturale postazione".

Affermazioni in cui il tifo offusca completamente la ragione a tal punto che questa sparisce completamente per lasciare posto alla sola pancia. Adesso, Conte non può essere presente nemmeno allo stadio? Per quale motivo? La squalifica impone al tecnico bianconero di non sedersi in panchina e di non dare disposizioni. E' stato marcato a vista dagli uomini della Procura, da quelli dell'Uefa, come è giusto che sia quando una norma va fatta rispettare. Nessuno pretende però nulla, è un diritto quello di Conte di seguire la squadra di cui Conte resta l'allenatore. L'anti juventinismo di cui Firenze resta una delle capitali ha la meglio: fossimo nel signor Pucci ci indegneremmo soprattutto per quei tifosi viola che alzano cori infangando la memoria delle vittime dell'Heysel. Non si prepara un bel clima, lo sapevamo, meglio la goliardata dell'anno scorso con i parrucchini (tanto poi parlò, e tanto, il campo), che queste velate "minacce". Conte, come qualsiasi altro allenatore squalificato, può e deve essere presente allo stadio. Non esserlo deve essere una scelta, non un'imposizione per motivi di ordine pubblico. Guardate quello che è accaduto ieri a Londra e confrontatela con questa lettera: ecco lo spirito del calcio italiano!


Altre notizie - Primo piano
Altre notizie
 

SOTTO LA LENTE - L'EQUIVOCO POGBA

La questione Pogba è ormai scoppiata in tutta la sua virulenza e si tratta di un tormentone destinato a tenere banco ben oltre i confini del mercato di riparazione, ad essere un ossessivo tam tam sino al 31 agosto; e oltre, nel caso in cui il Polpo rimanesse in bianconero....
VecchiaSignora.com
Juventus-Chievo Verona 2-0

ESCLUSIVA TJ - ECCO COME E' CAMBIATA LA PELLE DELL'ATTACCO NEL GIRONE D'ANDATA

La Juventus di Massimiliano Allegri è diversa dall’ultima Juventus di Conte, i numeri dicono questo, vale la...

MORATA HOMBRE DEL PARTIDO, LLORENTE ARRUGGINITO. LA JUVE VOLA IN SEMIFINALE CON I GIOVANI

STORARI 6 - E' vero che il Parma tiene testa alla Juve per gran parte della sfida, ma Storari non compie interventi...

LETTERA DEL TIFOSO CIPRIANO: "NON PIANGONO INVANO"

Ancora aiutoni alla Roma piangente! Mancata espulsione del loro n.2 per fallo da ultimo uomo e calcio di rigore inventato...

TIM CUP PRIMAVERA: LA ROMA ATTENDE JUVE O LAZIO

Si è disputata oggi la gara di ritorno delle semifinali della Tim Cup, Primavera. La prima finalista è la Roma...
 
Juventus 49
 
Roma 42
 
Napoli 36
 
Lazio 34
 
Sampdoria 34
 
Fiorentina 31
 
Genoa 28
 
Palermo 27
 
Udinese 27
 
Inter 26
 
Milan 26
 
Torino 25
 
Sassuolo 25
 
Hellas Verona 24
 
Atalanta 20
 
Empoli 19
 
Cagliari 19
 
Chievo Verona 18
 
Cesena 12
 
Parma 9*
Penalizzazioni
 
Parma -1

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.