VERSIONE MOBILE
 Sabato 30 Agosto 2014
PRIMO PIANO
30 Ago 2014 18:00
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Chievo Verona   Juventus
[ Precedenti ]
JUVE A CACCIA DI UN DIFENSORE. SU CHI PUNTARE?
  
  
  
  
  
  
  
  
  

PRIMO PIANO

QUAGLIARELLA: "Giovane e italiana, il modello è la mia Juve. Possiamo andare lontano. Delneri ha gran parte dei meriti"

10.12.2010 09:10 di Redazione TuttoJuve  articolo letto 5525 volte
© foto di Carmelo Imbesi/Image Sport

Fabio Quagliarella, grande rivelazione di questa stagione bianconera, ha rilasciato una lunga intervista a "La Gazzetta dello Sport. Ecco i principali passaggi:

NAPOLI E JUVE A BRACCETTO - "Sono e resterò sempre tifoso del Napoli, ma del resto abbiamo già parlato a sufficienza. Anche del perché della mia cessione. I primi a non puntare su di me sono stati loro".

"IO SOTTOVALUTATO DALLA CRITICA" - "Se ho l'impressione di essere sottovalutato in generale? Dalla critica sì. Senza polemiche, sia chiaro, ovunque andavo c’era però sempre qualcuno più bravo di me. Che poi è vero (ride, ndr), ma in determinati momenti avrei probabilmente meritato maggiore considerazione. Anche dai tecnici? No, questo no. Ho giocato ovunque".

LA JUVE A CACCIA DI UN ATTACCANTE? NO PROBLEM" - "La Juve cerca un attaccante? Non mi crea problemi".

"QUESTO E' IL VERO QUAGLIARELLA" - "Se state vedendo il miglior Quagliarella in assoluto? Di sicuro, state vedendo il vero Quagliarella. Cioè? Oggi gioco nel mio ruolo, finalmente faccio la seconda punta. Non mi succedeva dai tempi della Sampdoria, quando giocavo dietro a Bazzani o Bonazzoli. Nemmenoin Nazionale ho di fatto potuto dare il meglio, anche se poi sono uno che si adatta, per me gli interessi della squadra vengono prima di tutto. E mi sacrifico pure volentieri, soprattutto quando si vince".

QUAGLIARECORD - "Se batterò il mio record di tredici gol? Posso solo dire che in questo momento sono mentalmente sereno, felice per come vengo utilizzato. Sento la fiducia totale del tecnico, dei compagni e della società, così tutto mi viene più facile".

"DELNERI HA GRAN PARTE DEI MERITI" - "Quanti meriti ha Delneri? La gran parte dei meriti. Il mister è un grande, ci ha conquistati col lavoro. Lo seguiamo ciecamente, anche perché ogni cosa che ci spiega durante la settimana trova riscontri in partita. Delneri è arrivato alla Juve accompagnato da un po’ di scetticismo? Il mister ha fatto la gavetta vera. Quella che non ti fa aver paura di niente".

"AGNELLI CI CHIEDE UN TITOLO? HA RAGIONE..." - "Agnelli ci chiede un titolo? Ha ragione. Siamo alla Juve, qui nessuno può pensare a stagioni di transizione".

"LAVORO, GRUPPO E UMILTA': LA JUVE HA CIO' CHE SERVE PER ANDARE LONTANO" - "Se questa Juve è pronta a vincere? Cresciamo gara dopo gara. Siamo sulla strada giusta, l’importante è non mollare a livello di lavoro. Di certo siamo parecchio più maturi rispetto a qualche mese fa, sappiamo soffrire insieme quando serve e colpire al momento giusto. Ecco, la qualità migliore della Juve è il gruppo, la predisposizione al sacrificio, la grande umiltà. Ciò che serve per andare lontano, perché nel nostro campionato è praticamente impossibile trovare avversarie che si battono da sole".


LE AVVERSARIE..."MILAN FAVORITO PER LO SCUDETTO - "Milan in pole per lo scudetto? E’ oggi la favorita numero uno. Ibra è fenomenale, a centrocampo corrono come dei pazzi e dietro Nesta è tornato Nesta. Senza dimenticare Abbiati, che sta facendo benissimo. L’Inter? E’ in ritardo solo per colpa degli infortuni. Scommetto adesso che a primavera ce la ritroveremo tutti fra i piedi. La Roma l’anno scorso sembrava spacciata, poi ha sfiorato il titolo.... La Lazio? A questo punto della stagione è ufficiale: è una realtà, è in corsa per lo scudetto".


"FIGURACCE IN EUROPA? COLPA DEL SISTEMA. LA JUVE E' UN ESEMPIO DA SEGUIRE" - "Le figuracce in Europa? Capitano certi periodi, anche se un po’ di colpe il nostro sistema le ha. Qui si preferisce l’usato sicuro ai giovani. Anzi, ai ragazzi non è permesso di sbagliare nemmeno una volta ed è solo sbagliando che si cresce. In questo senso sono orgoglioso di essere alla Juve. C’è un progetto serio, si punta sugli italiani e sul vivaio. Sorensen e Camilleri fanno sul serio parte della prima squadra, e il gruppo Juve è il più numeroso in Nazionale. Oggi, la nostra società è un esempio da seguire per tutto il calcio italiano".

ORIUNDI IN NAZIONALE? BEN VENGANO" - "Cosa ne penso degli oriundi in Nazionale? Ben vengano se sono grandi giocatori emeritano la maglia azzurra. Ormai tutte le nazionali del mondosono piene di oriundi. E francamente non ci vedo niente di male. Guardando in casa nostra, non vedo perché non debbano rappresentare l’Italia soprattutto quei ragazzi che hanno sangue italiano nelle vene. Molti sono figli o nipoti dei nostri connazionali partiti tanti anni fa in cerca di un lavoro per sopravvivere. Sono italiani e basta. Ha ragione Prandelli".
 


Altre notizie - Primo piano
Altre notizie
 

SOTTO LA LENTE - RITROVARE LA JUVE

Adesso le chiacchiere stanno a zero. Idem dicasi per i sogni. Manca pochissimo, questione di ore, e poi sarà il campo a levare la sua voce che non mente e non perdona. E a decretare vincitori e vinti. Tutti noi speriamo che la Juve si riconfermi in Italia e migliori in ...
VecchiaSignora.com
Trofeo TIM 2014 (2)

ESCLUSIVA TJ - IL MISTERO DELLA GATORADE COLOMBIA DIETRO AL FUTURO DI FALCAO

Il futuro di Radamel Falcao ha ancora tinte incerte tra la permanenza al Monaco, il traferimento a Madrid, sponda Real e...

LETTERA DEL TIFOSO GUALTIERO: "CON UMBERTO, GIANNI, BONIPERTI E MOGGI SAREBBE ANDATA DIVERSAMENTE"

Un tempo la Juve era un punto di arrivo per qualsiasi allenatore un orgoglio un onore. Ricordo la commozione la tristezza...

MORENO LONGO: "VINCERE UN DERBY HA SEMPRE UN SAPORE SPECIALE"

Il tecnico della Primavera del Torino, Moreno Longo, ha commentato il terzo posto conquistato nel Trofeo Memorial...
 
Atalanta 0
 
Cagliari 0
 
Cesena 0
 
Chievo Verona 0
 
Empoli 0
 
Fiorentina 0
 
Genoa 0
 
Hellas Verona 0
 
Inter 0
 
Juventus 0
 
Lazio 0
 
Milan 0
 
Napoli 0
 
Palermo 0
 
Parma 0
 
Roma 0
 
Sampdoria 0
 
Sassuolo 0
 
Torino 0
 
Udinese 0

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy